Superlega volley, la dodicesima giornata di ritorno in cinque punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Penultima di giornata di Superlega Volley, ed ecco la nostra consueta sintesi in 5 punti.

  1. Civitanova non si ferma mai: Civitanova schiacciasassi. Nonostante il primato matematico e i 9 punti di vantaggio su Trento e Perugia, gli uomini di Blengini non levano il piede dall’acceleratore neanche contro Modena. Juantoreina è il top scorer del match, Sokolov lo segue a ruota: e questa coppia fa paura a tutti. Modena esce con le ossa rotte e incassa la seconda sconfitta consecutiva: i ragazzi di Tubertini non girano bene e la freschezza portata dal cambio in panchina sembra svanita. E ora occhio a Verona.
  2. Trento padrona del proprio destino: la vittoria di mercoledì di Trento per 3-0 su Molfetta non è stata banale. Il punteggio con cui la formazione di Angelo Lorenzetti ha battuto l’Exprivia gli consente di rimanere appaiata con Perugia al secondo posto e avere un migliore quoziente set. Nel prossimo turno basterà infatti portare a casa i tre punti per garantirsi la seconda piazza in Superlega VolleyUrnaut e Solé sono stati gran protagonisti della vittoria con primi tempi e punti decisivi(lo sloveno ha chiuso primo e secondo set). Passeggia anche Trento che vince a Milano per 3-0. Ma per non arrivare terzi non basterà contare sulle proprie forze domenica contro Verona
  3. Verona mette la freccia: se ne parlava da un po, almeno dalla vittoria nello scontro diretto, ma ora potrebbe compiersi. Modena ha perso, Verona ha vinto. Tutte e due sono a quota 50 punti. Il sorpasso di Verona potrebbe concretizzarsi. La sfida ai playoff rimarrebbe quella certo, ma la BluVolley si gioverebbe eventualmente di due partite su tre in casa. Da non sottovalutare anche l’aspetto psicologico: il sorpasso sarebbe una carica emotiva positiva per Verona, negativa per Modena. L’Azimut terminerà la regular season contro Piacenza, mentre Verona in casa di Perugia. Un’altra lotta a distanza.
  4. Hernandez re delle schiacciate: sorpasso nella classifica dei bomber in stagione. Se prima c’era Giulio Sabbi, opposto di Molfetta, ora in cima tra i migliori schiacciatori c’è Hernandez, opposto di Piacenza, ex Molfetta. Il cubano sta coronando una grande stagione e il titolo seppur platonico è significativo di come sia diventato in fretta un uomo importante per la LPR. Intesa d’eccesione con il palleggiatore Hierrezuelo, la cieca fiducia dei compagni che gli danno tutte le palle anche le più difficili. E lui non le sbaglia. Ai playoff, se sarà così caldo, sarà un brutto cliente per chiunque.
  5. La prima di Monza ai playoff: esordio importante per Monza ai playoff. La vittoria per 3-2 conseguita a Piacenza contro la LPR mercoledì sera la qualifica matematicamente alla post season. Probabilmente da settima, in caso di sconfitta e vittoria contemporanea di Ravenna, da ottava. Nel primo caso beccherà una tra Perugia e Trento(dipende chi arriverà seconda), nel secondo sicuramente Civitanova e si giocherà tutte le chance per arrivare il più lontano possibile. E Fromm e compagni sono pronti.
Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: le parole di coach Piazza a Voglia di Volley

 

  •   
  •  
  •  
  •