Volley femminile, la Liu-jo in Azerbaijan per continuare a sognare in Champions

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

Per almeno una volta una lunghissima trasferta arriva nel periodo più indicato per la Liu-Jo Nordmeccanica Modena, che da lunedì notte si trova a Baku, capitale dell’Azerbaijan, per affrontare la locale Telekom Baku nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League. Il lungo viaggio ha consentito all’allenatore Marco Gaspari di lavorare sul gruppo, alla ricerca di quella continuità che la squadra sembra proprio non riuscire a trovare, ma che a questo punto diventa di fondamentale importanza per proseguire il cammino in Europa, in Coppa Italia ma anche in campionato, dove comunque il quinto posto appare ancora alla portata delle ragazze bianconere. Per il momento l’attenzione è tutta sulla Champions, con le modenesi che sono chiamate quest’oggi a una vittoria da tre punti, che quasi sicuramente le porterebbe al turno successivo.

Leggi anche:  VNL 2021, Nazionale pallavolo femminile ko con la Repubblica Dominicana, le parole di Mingardi

Cercasi tre punti disperatamente

Non bisognerà però tener conto del risultato della gara d’andata giocata due settimane fa al PalaPanini, visto che adesso le due squadre si conoscono un po’ di più rispetto ad allora. Tra poche ore, alle 14 italiane, al Sarhadchi Sport Olympic Center, con poco o addirittura niente da perdere le azere proveranno a fare meglio di quanto non siamo riuscite a fare all’andata, forti di un attacco che con la bella Samadova aveva non poco infastidito il muro modenese. L’esperto tecnico serbo Zoran Gajic dovrebbe schierare la stessa formazione di due settimane or sono, con la connazionale Mirkovic in regia opposta alla Azizova, la già citata Samadova e l’altra serba Vesovic alla mano, la bulgara Koeva e l’Hasanova al centro, sicuramente la diagonale meno efficace della compagine biancoazzurra, che schiererà l’altra bulgara Filipova come libero. In casa Liu-Jo ci sarà il solito dubbio sull’utilizzo già dal primo minuto della turca Nerimar Oszoy, che a Bergamo è entrata solo a partita iniziata. Considerando però che al momento né la Bosetti né la Marcon sembrano convincere soprattutto in attacco, è assai probabile che Gaspari scelga di far partire la Oszoy in diagonale con la Bosetti, confermando tutto il resto compresa la Ferretti, che a Bergamo si è accomodata ripetutamente in panchina. Arbitreranno lo svizzero Grieder, già visto a Modena due anni fa, e il rumeno Pop. Data la distanza piuttosto abissale non ci saranno sugli spalti tifosi modenesi al seguito, che però potranno trepidare davanti alla televisione o al pc, visto che la gara sarà trasmessa alle 14, ora italiana, su Sportitalia, canale 60 del digitale e in streaming su laola1.tv.

Leggi anche:  VNL 2021, Nazionale pallavolo femminile ko con la Repubblica Dominicana, le parole di Mingardi

E intanto Piazza saluta su Facebook

Sul fronte maschile continuano a tener banco le dimissioni, più o meno consensuali, di coach Roberto Piazza che ha affidato il saluto ai tifosi alla sua pagina Facebook, mentre in casa Azimut Volley si registra un’altra partenza “consensuale”, quella dell’americano Brian Cook, in assoluto la delusione più cocente arrivata dal mercato estivo. Quanto a Piazza ha scritto tra le altre cose: “un abbraccio enorme a tutti i tifosi di Modena: siete un pubblico unico, meraviglioso e speciale. Non è retorica, lo penso davvero e me lo state dimostrando anche in queste ore. Sono sicuro che ci sarà modo di rivederci presto, perché la vita è bella e piena di sorprese.

  •   
  •  
  •  
  •