Champions League volley, diamo i numeri!

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Terminata la fase a gironi della Champions League volley andiamo a leggere le statistiche e diamo i numeri per vedere con l’aiuto dei dati numerici l’andamento delle squadre italiane e non solo nella competizione e capire quali potranno essere gli ostacoli maggiori che le nostre formazioni troveranno sul loro cammino. Partiamo dalle statistiche sui migliori attaccanti. Il top scorer della fase a gironi con 120 punti è Sanchez dei turchi dell’Izmir, squadra qualificatasi come seconda nella propria pool e quindi una potenziale avversaria di Modena e Civitanova. Sul podio ci sono poi due giocatori di squadre che sono state eliminate(a dimostrazione che un singolo non può fare la differenza), e ai piedi c’è monsieur Ervin Ngapeth che ha messo a terra ben 98 punti(4,26 per set). A ruota segue Mikhaylov, il temibile schiacciatore di Kazan che con 96 punti ha la seconda miglior media punti per set dopo Sanchez appunto. Atanasjevic è il bomber principe di Perugia con 93 punti, mentre Sokolov quello di Civitanova e chiude la top 15 con 89 punti(ma una media di punti per set molto alta, di 4,45). Modena è inoltre l’unica squadra ancora in gara ad aver due giocatori sopra i 90 punti: oltre al già citato Ngapeth c’è anche Vettori che reclama un posto tra i migliori attaccanti della competizione. Per quanto riguarda le battute è dominio italiano. Di 6 giocatori che hanno raggiunto la doppia cifra di aces, 4 appartengono a squadre del bel paese. Ma il primo è il temibile russo di Kazan: ancora Mikhaylov che con 14 servizi vincenti guarda tutti dall’alto della classifica. Almeno nei playoff 12 di Champions League volley però né Lube né Azimut potranno incrociare le strade perché anche Kazan ha dominato il proprio girone. Comunque sia, a 13 aces stazionano Vettori e Juantoreina e uno sotto Ngapeth; leggermente staccato Sokolov a 10 che divide la posizione con Zighalov del Belgorod. In questo fondamentale buone le prove anche di Berger, Cebulj(7 degli 8 aces totali solo nell’ultimo turno), ma anche di insospettabili come De Cecco, a 7, Stankovic e Holt, entrambi a quota 6. Modena può sorridere anche per quanto riguarda le statistiche sul muro. Se il primato spetta al gigante centrale di Belchatow, Srecko Lisinac(che ha incontrato proprio i modenesi), al terzo posto c’è Matteo Piano, il giocatore con il miglior rapporto tra set giocati e muri fatti. Uno ogni set, preciso, quasi matematico: 16 parziali disputati e 16 stampate in faccia agli avversari. Tra i centrali di squadre ancora in competizione, buone le statistiche di Coolman del Roeslare(16 muri anche per lui), di Matic dell’Istambul e di Gutsalyuk. dello Zenit Kazan. La palma di miglior ricettore dei gironi di Champions League volley spetta al libero del Roeslare, Dejonkcherre con il 40,46% di ricezioni perfette. La squadra belga piazza anche un giocatore al quarto posto: Verhanneman, con il 38,42%, Kovar è al terzo posto, primo degli italiani con il 40,00%, anche se ha ricevuto di meno, quantitativamente, degli altri giocatori che occupano le prime posizioni. Nella top five anche Ivan Zaytsev con il 36,14% di ricezioni perfette, mentre Ngapeth, primo di Modena, ottiene il 31,21% di perfezione, ma ricevendo più del doppio dei palloni(83 a 196)

Leggi anche:  Champions league pallavolo femminile: bolla di Nantes per Conegliano, ecco il programma
  •   
  •  
  •  
  •