Champions League volley, Lube missione compiuta

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

La Lube vince anche in Champions League volley(fonte foto: pagina facebook Lube Volley)

La Lube è inarrestabile anche in Champions League volley. E a cadere all’Eurosole Forum questa volta è la precedente capolista della pool, Berlino, che proprio sull’ultima curva deve lasciare il primato alla straripante formazione cuciniera che vince nettamente per 3-0 e, ora, potrà godere di un sorteggio più favorevole per la seconda fase.

Coach Blengini è consapevole che ci sono diversi impegni ravvicinati e utilizza sapientemente tutte le frecce che il suo possente arco gli mette a disposizione, senza lesinare l’impiego delle cosiddette riserve, anch’essi giocatori di caratura europea. La conferma è arrivata, ieri sera, da Cebulj schierato, insieme a Juantoreina al posto di Kovar, con Kaliberda indisponibile in extremis e da Cester, posizionato al centro invece di Candellaro. Nel primo set tanti ace di Civitanova (saranno 7 alla fine, 3 del solo Cebulj) che segnano un divario troppo ampio per essere ricucito da qualche muro piazzato qua e là dai tedeschi. Il parziale infatti recita un pesante 25-14 con Berlino che sembra non essere scesa in campo. Va un po meglio, per gli ospiti, nel secondo set quando inizialmente le due squadre si rispondono colpo su colpo. Sokolov però prende break di vantaggio con i suoi attacchi al fulmicotone e la battuta fa il resto(ancora sugli scudi Cebulj). Sul 24-18 però qualcosa si rompe in casa Lube e i padroni di casa rischiano di essere rimontati, prima che capitan Stankovic non metta tutti d’accordo con il punto che vale il secondo set. Il terzo set invece non è mai in discussione con Cebulj che continua a martellare in avvio e in chiusura di parziale(per lui 7 ace, e il titolo di MVP della gara), con gli avversari  che non riescono più a fronteggiare la forza degli avversari. Christenson pone la parola fine al match: gioco, partita e incontro per usare una frase tennistica nonchè primato nel girone.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente una bella notizia per Trento

Venerdì 3 marzo i sorteggi della seconda fase. Sia capitan Stankovic che Blengini invitano a mantenere alta la guardia: l’uno per le squadre da affrontare che, pur arrivate seconde o terze nelle loro pool possono essere comunque pericolose, l’altro per le trasferte improbabili e lunghe(in Russia o Turchia) in una fase dell’anno in cui il calendario è decisamente compresso. Questa Lube però anche in Champions League volley non deve avere paura di nessuno: la rincorsa alle final four di Roma può partire.

  •   
  •  
  •  
  •