Coppa Cev, Trento si prepara per la gara di ritorno contro Piacenza

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui


Archiviata la pratica quarti di finale dei playoff scudetto la squadra guidata da Lorenzetti è ritornata a lavorare in palestra per prepararsi alla sfida di Coppa Cev contro Piacenza di mercoledì 15-3 valida per la gara di ritorno dei quarti. All’andata c’è stata una vittoria netta per 3-0 ma sicuramente la squadra emiliana arriverà carica a Trento per provare a conquistare la partita e giocarsela al Golden set, ma alla formazione di casa basteranno anche solo due set per qualificarsi alle semifinali.

La squadra di Lorenzetti ha fatto diversi passi in avanti rispetto all’inizio della stagione. Tutti i giocatori hanno raggiunto la consapevolezza che sono diventate pedine fondamentali per la squadra e appena coach Lorenzetti chiama, loro rispondono presente entrando in campo e dando il massimo anche solo per un punto. Hanno tirato fuori una grinta che prima sembrava quasi nascosta, mostrando un gioco di alto livello che solo la Lube Civitanova di Blengini e Juantorena è riuscita a fermarli. Durante questa stagione sono arrivati diversi podi, un terzo posto al Mondiale per Club, un secondo posto in Coppa Italia ed infine il secondo posto nella classifica finale di Regular Season, ma ora la posta in palio diventa sempre più alta: l’obiettivo è quello di riuscire a conquistare un posto in entrambe le finali dei tornei che sta disputando, da una parte i playoff con una delle semifinali più difficili (la sfida è con Perugia) e dall’altra la Coppa CEV. Dalle due sfide giocate con Monza sono arrivate delle buone sensazioni, la difesa ha tenuto bene e ha lavorato anche bene a muro, fondamentali che sicuramente serviranno nella partita contro la Sir Safety Perugia dove ci saranno giocatori che in attacco possono fare male come un certo Zaytsev e Atanasjievic.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano - Kioene Padova 3 - 1

Trento-Piacenza, premesse per il match di ritorno

Ritorniamo ora alla sfida con Piacenza, nella gara di andata si sono visti i numerosi progressi dei ragazzi di Trento: il sistema muro-difesa è funzionato benissimo ma anche la ricezione ha tenuto bene, a fine gara si potevano contare ben 0 ace per gli emiliani. La battuta poi ha permesso a Lanza e compagni di rendere il gioco avversario molto più semplice da leggere, si era vista quindi una LPR sottotono che in poco più di un’ora si era arresa a Trento. La sfida tra le due squadre è stata la prima a livello internazionale, mentre in Italia si sono sfidate ben 50 volte (con ben 32 successi della formazione trentina), però entrambe le squadre hanno già affrontato dei derby nelle varie coppe internazionali disputate. La Diatec ha alle spalle tre incontri in Champions contro la Lube, tutti vinti, mentre Piacenza sarà al sesto scontro con un’italiana ( 4 vinti e due persi in coppa CEV). Siamo sicuri che questa gara di ritorno sarà diversa rispetto a quella di andata, anche perchè le due squadre erano le più quotate per la vittoria finale del torneo, alla fine chi uscirà vincitore potrà dire di avere in tasca una buona “fetta” della Coppa e vedrà sfidare in semifinale la vincente tra il Fenerbahce e l’Ajaccio.

  •   
  •  
  •  
  •