Superlega Volley, Kadu sospeso per doping.

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Doping Superlega Pallavolo

Carlos Eduardo Barreto Silva ‘Kadu” (fonte Tonno Callipo)

Il Tribunale nazionale antidoping ha sospeso in via cautelare il brasiliano Carlos Eduardo Barreto Silva detto ‘Kadu’. Lo schiacciatore della Tonno Callipo Vibo Valentia è risultato positivo al clostebol, uno steroide anabolizzante, nel controllo disposto da Nado Italia al termine del match contro Cucine Lube Civitanova giocato l’8 marzo scorso a Vibo Valentia. Quello di Kadu è il secondo caso all’interno della stagione 2016-2017 della Superlega di volley maschile, a dicembre infatti, sempre la Nado ha sospeso Marcello Forni della Gi Group Monza, trovato positivo a seguito di un controllo al termine del match con la LPR Piacenza, in cui sono furono riscontrate le sostanze Benzoilecgonina (Metabolita della Cocaina), Ecgonina Metilestere (Metabolita della Cocaina).

Carlos Eduardo Barreto Silva ‘Kadu”, chi è lo schiacciatore di Vibo Valentia

Kadu è uno schiacciatore classe 1994 giunto a Vibo Valentia lo scorso luglio. Come recita il sito ufficiale della compagine calabrese: “Kadu è cresciuto nel Sada Cruzeiro e di proprietà della società campione del mondo a livello di club, Kadu ha disputato da titolare l’ultima stagione nella Superliga brasiliana con la maglia del Montes Claros. Per lui un background importantissimo fatto di due mondiali per club vinti (2013, 2015) e tre recenti esperienze nel 2015 con la maglia della nazionale brasiliana (giovanile e prima squadra) dove ha disputato i Giochi Panamericani, i Mondiali Under 23 e il campionato sudamericano“.

Sempre attingendo al sito della Tonno Callipo possiamo evidenziare come nell’ultima stagione prima di approdare in Calabria, Kadu “ha totalizzato 12 punti di media a partita con 287 punti che lo hanno portato a piazzarsi all’ottavo posto nella speciale classifica degli schiacciatori più prolifici della Superliga brasiliana“. Molto dotato in ricezione con una percentuale stagionale del 47% di ricezione positiva (decimo posto nella classifica dei ricettori più bravi alle spalle di giocatori del calibro di Filipe Ferraz, Thiago Sens, Ricardo Lucarelli e Felipe Fonteles). Insomma un giovane di grande talento e con una già ottima esperienza internazionale alle spalle che però adesso subisce questa pessima battuta d’arresto.

  •   
  •  
  •  
  •