Quarti di coppa CEV, vincono sia Busto che la Pomì

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

Pomì Casalmaggiore

Buona la prima! Ieri entrambe le squadre italiane hanno giocato la partita d’andata dei quarti di finale di Coppa Cev femminile e sia per la Pomí Casalmaggiore che per la Unet Yamamay Busto Arsizio è arrivata una vittoria che le avvicina al passaggio di turno delle semifinali.

Coppa Cev, Stoccarda-Casalmaggiore 2-3  (19-25;19-25;25-22;25-21;12-15)

Alla Scharrena va in scena un match altalenante da parte della Pomì. La squadra guidata da coach Caprara domina i primi due parziali mentre nel terzo e nel quarto set decide di disunirsi e permette una facile rimonta da parte delle tedesche. Nonostante tutto la vittoria alla fine arriva per la squadra italiana che ipoteca in parte la probabile semifinale tutta italiana contro Busto. Caprara ha scelto di far partire Llyod, Gibbemeyer,Bosetti, Stevanovic, Guerra, Turlea e Siressi (L); all’inizio del primo set soffre molto la grinta tedesca, ma il muro di Gibbemeyer permette alla squadra italiana di riportarsi in vantaggio e da lì non c’è più storia per nessuno. Una grandissima Turlea mette a segno numerosi punti e i numerosi errori in battuta facilitano la vittoria del primo parziale per la squadra di Caprara. Il secondo parziale inizia molto bene per la Pomì, Guerra va in battuta e porta le sue compagne sul punteggio di 12-4, il tecnico tedesco allora chiama i due time-out a sua disposizione, Turlea, Van Daelen e Gibbemeyer non sbagliano un colpo e così anche il secondo set si chiude a favore delle italiane. Ma si sa, nella pallavolo nulla è scontato infatti nel terzo parziale le tedesche entrano in campo con un altro atteggiamento, un turno in battuta di Whitney porta le padrone di casa avanti per 10-9, Caprara chiama un time-out ma poco dopo è nuovamente lo Stoccarda che si porta avanti sul 17-13. Casalmaggiore non molla e riesce a portarsi a -1 sul punteggio di 21-20, ma alla fine le tedesche dello Stoccarda riescono ad avere la meglio e vincono per 25-22.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente torna a disposizione Tiziana Veglia

Il quarto parziale inizia con le due squadre che giocano alla pari, ma un’errore delle avversarie porta la Pomì in vantaggio al time-out tecnico. Le tedesche si sa, non mollano e così un’ace di Schaefer riporta la situazione in parità sul 14-14; la costanza dello Stoccarda alla fine è premiata, infatti Turlea sbaglia la battuta e manda le due squadre al tie-break. Il tie-break sembra un’inferno per la Pomì che si ritrova subito sotto 7-2. Allo Stoccarda sembra riuscire tutto ma un giro vincente in battuta di Gibbemeyer cambia la situazione che si ribalta, 8-10 per la Pomì. Casalmaggiore dimostra di volersi portare a casa la vittoria e vince per 15-12, il ritorno sarà in Italia al Pala Radi il 15marzo alle ore 20.30

Coppa Cev, Bekescsabai – Busto Arsizio 1-3 (23-25,28-26,14-25,19-25)
In Ungheria, Busto non sbaglia e si porta a casa la gara d’andata, trascinata dai 45 punti totali di Diouf e Martinez espugnando la Varosi Sportcsarnok di Bekescsaba. La squadra lombarda ha dovuto fare a meno del proprio capitano Pisani, che è rimasto in italia a causa di problemi alla schiena, le ragazze di Mencarelli non deludono e chiudono la pratica in quattro set.
Il primo parziale vede la squadra italiana prendere il largo grazie agli attacchi di Diouf 9-14, prima di essere nuovamente raggiunte dalle ungheresi con gli attacchi di Szakmary e Smirnova  che portano la squadra magiara sul 20-20; alla fine è un pallone di Diouf che chiude il primo set. Sull’onda dell’entusiasmo nel secondo set, la UYBA si porta in vantaggio di ben 6 punti (4-10), ma un break di 9-1 per le padrone di casa ribalta la situazione costringendo la squadra italiana a rincorrere e a giocarsi il tutto per tutto negli ultimi punti finali, qui le ungheresi trovano lo “scatto” vincente e ai vantaggi si portano a casa il secondo set.
Nel terzo parziale Busto entra in campo determinata a non ripetere l’errore del set precedente e grazie ai centrali Studi e Berti aumenta il distacco dallo Bekescsabai (2-12), ma non finiscono di stupire dimostrando una superiorità in tutti i fondamentali e chiudono in soli 22′ con il punteggio di 25-14.
Nel quarto ed ultimo parziale le biancorosse non abbassano il ritmo e continuano sulla scia del set precedente, fino a chiudere tranquillamente per 25-19. L’MVP è Valentina Diouf che con 24 punti è la miglior scorer della serata.

  •   
  •  
  •  
  •