Superlega volley playoff: Lube imbattibile, Vibo deve arrendersi

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui


Continua come se la regular season non fosse mai finita e i playoff di Superlega volley non fossero un altro campionato. La Lube marcia a ritmo di marcia con una sicurezza e dei numeri impressionanti. Juantoreina viene premiato come miglior giocatore del campionato, ma il martello italo-cubano non si monta la testa e anzi risulta nuovamente tra i migliori in campo. Titolo che forse oggi glielo strappa Tzvetan Sokolov, autore dell’ennesima prestazione da incorniciare con un mostruoso 87% in attacco. Vibo non può far altro che inchinarsi a una squadra che sembra al momento superiore a tutte le pretendenti al titolo. Inizio subito da urlo nel primo set per i padroni di casa che trovano l’ace di Chistenson(saranno 4 a fine match) e qualche break grazie al muro di Sokolov e a un contrattacco perfetto(nel primo set tutti gli attaccanti eccetto Juantoreina avranno il 100%). Unico problema è la ricezione, fondamentale in cui gli uomini di Blengini palesano qualche problema, soprattutto con un Kovar più volte distratto(ne subirà anche un altro e terminerà con 20% di ricezioni perfette). Ma il risultato non è mai in discussione con Civitanova che vola a metà set e lascia gli avversari per strada chiudendo sul punteggio di 25-13.

Anche nel secondo set non cambia spartito suonato dai cucinieri che continuano ad attaccare con Sokolov. Coscione si affida soprattutto a Costa, centrale ottimo per variare il tema e sfondare una difesa altrimenti impenetrabile. Kadu invece va a fasi alterne e non si dimostra completamente affidabile soprattutto in attacco. Così anche il secondo parziale scivola via con il vantaggio netto della Lube. La partenza di Vibo nel terzo set è invece molto buona. Il break di vantaggio preso dalla squadra di Kantor resiste anche ad alcuni cambi palla. I calabresi non sono però cinici nel momento in cui potrebbero addirittura allungare e rimpinguare il vantaggio e così si fanno riprendere. La ricezione manca alla Tonno Callipo soprattutto quando dai nove metri va il bulgaro Sokolovo che mette dentro due ace di fila. Alzano perciò bandiera bianca gli ospiti che ora mercoledì dovranno cercare qualche efficace contromossa per strappare un’insperata vittoria e portare la sfida a gara 3. Ma la Lube sa come si vince e sembra concentratissima sull’obbiettivo: la squadra è forte e nel momento decisivo della stagione arriva in grandissima forma.

  •   
  •  
  •  
  •