Finali Volley Maschile, Le dichiarazioni dei protagonisti di Gara2

Pubblicato il autore: Morgana Corti

Foto presa dal sito della volley lube

Dopo una pausa di una settimana dovuta alle final four di Champions, sono riprese le finali scudetto della Superlega UnipolSai 2017. Ieri si è giocata a Trento Gara2, ancora una volta è uscita vincitrice da questo scontro la Lube di coach Blegnini.
Per la prima volta dopo un anno il PalaTrento viene espugnato, la prima sconfitta subita in casa dopo un intero Campionato, un record che però è stato battuto dopo ben tre ore di partita da Civitanova che è riuscita quindi a portarsi in vantaggio di 2 serie sulla Diatec Trentino, questo vantaggio è una sorta di match point per la squadra marchigiana che così potrebbe conquistare il suo quarto scudetto.
Trento con questa partita, secondo le statistiche, ha vinto ben 23 partite in casa e il record battuto ( stagione 2014/2014) era di diciotto vittorie; in questa striscia positiva i ragazzi di Lorenzetti hanno concesso solamente dieci set e ben 14 successi ottenuti con un 3-0.
Ora tutti aspettano gara3 che si disputerà a Civitanova domenica 7 maggio alle ore 16.30 in diretta su rai Sport.

Leggi anche:  Italia-Giappone, streaming gratis e diretta Rai Sport o Sky? Dove vedere Mondiali volley

Di seguito le dichiarazioni dei protagonisti a fine gara a Trentino volley TV:

Daniele Mazzone (Diatec Trentino): ” Oggi abbiamo dimostrato che siamo in grado di mettere in difficoltà la Lube, il quarto set ne è l’esempio. Dobbiamo togliere fluidità al loro gioco, ma ora dobbiamo pensare a colmare il gap che abbiamo entro domenica, non sarà semplice ma abbiamo le nostre chance. “

Filippo Lanza ( capitano Diatec): ” Sapevamo quanto il gioco della Lube fosse efficace, noi siamo partiti con un pò di timore ma poi ci siamo sciolti conquistando anche ottimi break. Sono comunque fiero di noi, ci siamo e l’abbiamo dimostrato. Ora pensiamo a gara 3, dove sicuramente daremo il massimo e magari potremo prenderci qualche soddisfazione.”

Tsvetan Sokolov (Lube) :Questa sera abbiamo un pochino mollato nei momenti importanti, quando c’era da chiudere il set e dobbiamo evitare di fare ancora questo errore se vogliamo essere una grande squadra. Siamo stati bravi a vincere il tie break ma adesso dobbiamo pensare alla prossima partita che sarà durissima. Trento ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra che non molla mai ma gli abbiamo fatto capire che per vincere contro di noi devono giocare davvero al meglio delle loro possibilità. Si è vero ho fatto 3 ace nel quinto set ma la mia battuta non è ancora al livello che vorrei e so che posso fare ancora tantissimo per aiutare la squadra in questo fondamentale.”

Gianlorenzo Blengini (coach Lube): ” Il quarto set ha rischiato di compromettere la gara ma la squadra è stata davvero bravissima. I ragazzi sono riusciti a mantenere i nervi saldi, con un grosso dispendio di energie nervose, poi il turno in battuta di Sokolov ha fatto il resto. Queste partite finiscono quando cade l’ultimo pallone e ripeto loro sono stati bravi a crederci e e a rigiocare ogni palla, mentre noi non siamo stati in grado di chiudere al quarto set. Abbiamo bisogno di riposarci e scaricare la tensione che i muscoli per prepararci a questa partita.”

 

  •   
  •  
  •  
  •