Europei volley, l’Italvolley si inchina al tie break alla Germania di Giani

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui


Si sono accese le luci sull’Europeo dell’Italvolley, anche se con una sconfitta. Gianlorenzo Blengini per l’esordio contro la Germania sceglie un sestetto giovane e con la sorpresa Mazzone in diagonale con Piano al centro; Oleg Antonov vince im ballottaggio per un posto da martello vicino a Lanza. Andrea Giani schiera il gigante Grozer con Fromm e Kaliberda in banda.

L’inizio del primo set è favorevole ai teutonici con Kamp che fa giocare bene i suoi mettendo in difficoltà il muro azzurro. Ma dopo il primo time out tecnico i nostri riescono a mettere due muri in fila prima con Mazzone e poi con Piano. La parte centrale del set sembra favorevole agli azzurri, ma poi Grozer e la battuta tedesca fanno male a una ricezione(in particolare Antonov) spesso in difficoltà. Così la Germania scappa nella parte finale, così la Germania chiude il primo parziale, con l’ace di Hirsch appena entrato(il quarto preso dall’Italvolley).

Leggi anche:  Sir Perugia, Oleh Plotnytskyi: "In Polonia giocheremo partite contro avversari di livello"

Il secondo set comincia subito bene per l’Italia che parte con due muri vincenti. Ma in contrattacco, grazie a un Kaliberda che sbaglia poco o nulla, la Germania si riprende e si porta avanti. I teutonici fanno male a muro con Krick abile a leggere le traiettorie degli italiani e a schermarli con profitto. L’Italia però riesce a mantenersi in scia. Sul 15-14 Vettori sbaglia un importante contrattacco. Ma sarà l’ultimo pallone che sbaglierà. Il finale di set è infatti suo con la gentile collaborazione di Filippo Lanza. I due sono i protagonisti della fine del parziale con numerosi attacchi che mettono in ginocchio gli avversari: in particolare Lanza attacca in seconda linea un pallone al secondo tocco che decide il parziale.

Anche il terzo set si apre in maniera molto positiva per l’Italia. La gara è tirata, ma gli azzurri riescono a stare davanti con Vettori che continua sulla falsariga del set precedente. Nella parte centrale, però, i tedeschi vengono fuori e tornano a farsi sentire riuscendo a trovare un cambio palla continuo e qualche break. Ma nel loro momento migliore, ecco che sale in cattedra Filippo Lanza che trova due ace consecutivi e un turno di battuta che lancia gli azzurri verso la conquista del parziale che arriva in maniera netta.

Leggi anche:  Bartoccini Fortinfissi Perugia, Imma Sirressi: "Arriveremo cariche e pronte alla prima di campionato"

Il quarto set non va però nel verso giusto. La Germania rientra in campo molto più convinta. Kaliberda continua nella sua grande gara, mentre nel campo italiano c’è meno precisione e meno attenzione su alcuni palloni chiave. Gli scambi lunghi vanno tutti ai tedeschi con un Grozer che torna prepotentemente alla ribalta con delle diagonali di pura potenza. Nel finale, poi, l’Italvolley si scioglie definitivamente con la testa ormai al tie break.

Un quinto set che comincia bene per la Germania che ha dalla sua il fattore psicologico. I ragazzi di Giani sono più convinti, più precisi, più reattivi. Grozer non sbaglia un attacco, al centro funziona tutto bene tra primi tempi e attacchi. Nella parte centrale i tedeschi scavano un solco decisivo, che li fa vincere. Finisce con una sconfitta al tie break l’esordio azzurro a questi europei polacchi. La squadra di Blengini ha però mostrato buoni scambi e una convinzione che, fosse rimasta la stessa per tutta la partita, forse staremmo parlando di un altro risultato. Ma la storia non si scrive con i “se”; e contro la Slovacchia bisognerà riscattarsi prontamente.

  •   
  •  
  •  
  •