Europei volley, prima vittoria per l’Italvolley contro la Slovacchia

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Il gruppo dell’Italvolley festeggia unito(fonte foto: sito ufficiale CEV)

Gioco, partita e incontro. L’Italvolley si rimette in carreggiata e dopo la sconfitta maturata solamente al quinto set contro la Germania, raccoglie una bella vittoria contro la Slovacchia. Si riparte dal sestetto del primo match, senza nessuna variazione: Mazzone viene confermato al centro, meritatamente, e Antonov in banda.
Nel primo set, già in avvio, i nostri fanno subito capire che la sconfitta con i tedeschi è ormai alle spalle. Il turno di battuta di Antonov riesce a scardinare la ricezione slovacca e a conquistare un vantaggio che, pur se solo in apertura, non verrà più recuperato. Il parziale di 7-0 inziale è eloquente della partenza sprint. Il contrattacco funziona molto bene e Lanza è in forma e la Slovacchia soffre. Lux è l’unico, tra gli avversari, che prova a organizzare un’opposizione di rilievo, ma è tutto inutile. Lo spirito battagliero dell’Italia è quello vincente e prova ne è Vettori che, sul 23-13 va a recuperare una palla oltre i cartelloni pubblicitari dopo una ricezione sbilenca di Antonov.
Mlinarcyk è la novità della Slovacchia che nel secondo set è più efficace. Merito è anche degli azzurri che abbassano il livello del proprio gioco facendo il minimo indispensabile. Un ace di Lux, però, fa tornare impellente la necessità di mettere un buon distacco e allora Giannelli arma Daniele Mazzone, piacevole sorpresa di quest’inizio di manifestazione, che al centro sta sbagliando poco o nulla. Vettori conferma la sua ottima giornata con un attacco sui tre metri e Lanza si regala un altro ace. Così l’Italvolley scappa e a chiudere il set è Antonov, prima con un ace e poi con una pipe.
Con la partita che sembra indirizzata chiaramente nel campo azzurro, i ragazzi di Blengini si rilassano un po’ nel terzo set e la Slovacchia riesce anche a condurre alcune fasi della partita mantenendo stabile il cambio palla. Ma ancora una volta è Lanza che cambia le carte in tavola con il suo turno al servizio. Il set si chiude infatti sul 20-25 con l’allungo azzurro decisivo dopo il secondo time out tecnico con Antonov che firma il punto decisivo per portare a casa 3 punti fondamentali per il prosieguo del girone.
I migliori sono stati Vettori, Lanza e Mazzone. I 3 sono delle piacevoli conferme, viste le loro buone prove anche venerdì. L’opposto ha messo a segno 13 punti con una particolare precisione per i palloni che sono valsi break sia nel secondo sia nel terzo set. Il capitano in campo, Filippo Lanza, si è mantenuto sulla straordinaria media di 4 ace a match: nella classifica generale è il primo per distacco nel fondamentale in cui sta facendo la differenza. Daniele Mazzone doveva partire come ultimo centrale, ma Blengini si è fidato di lui; e finora i risultati gli stanno dando ragione: 7 punti con 2 muri e una presenza costante in campo. Così l’Italvolley, oltre ai 3 punti, fa anche un bel carico di fiducia in vista dell’ultima partita del girone, prevista già domani alle 20:30 contro la Repubblica Ceca(che in serata ha perso 3-0 contro la Germania).

Leggi anche:  Volley A1, Bartoccini Fortinfissi, Britt Bongaerts: "Perugia mi sembra meravigliosa"
  •   
  •  
  •  
  •