Volley, i nuovi nostri: Eric Shoji fortifica la seconda linea di Latina

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui


Avevamo già parlato della Top Volley Latina pochi giorni or sono, analizzando Nicolas Le Goff, centrale di grande fisico e talento proveniente dalla Francia, sbarcato alla società pontina in quest’ultima sessione di mercato. Ma il colpo battuto in posto 3 non è stato l’unico e neanche l’unico di spessore per Latina che sta costruendo una squadra assolutamente interessante. Agli ordini del nuovo mister Vincenzo Di Pinto, infatti, oltre ai vari Savani, Starovic, il già citato Le Goff e Sottile, avrà a disposizione anche il libero titolare degli Stati Uniti, Eric Shoji. Nativo di Honolulu, così come Micah Christenson(palleggiatore di Civitanova), Shoji è certamente uno dei migliori liberi del panorama internazionale. Esperto e con molti anni di attività alle spalle, ha 28 anni e quindi è nel pieno della sua maturazione professionale. Una maturazione che è passata attraverso diverse tappe in giro per il mondo.

Figlio d’arte(il padre Dave è stato un pallavolista  e ha allenato squadra universitarie di pallavolo femminile, la carriera di Eric Shoji  comincia, come accade spesso negli Stati Uniti, nelle università dove le squadre collegiali sono molte e partecipano a campionati competitivi e molto seguiti. Per quattro anni milita nelle file della Stanford University. Qui, al termine di una partita che lo aveva visto protagonista di difese incredibili, il suo allenatore, Jhon Costy, lo definisce “il miglior libero della storia universitaria”. Poi sbarca in Europa. La prima tappa è la Germania con l’approdo al CV Mitteldeutchland nella stagione 2012/13; l’anno seguente è la volta dell’Austria con l’Hypo Tirol Innsbruck che lo accoglie per un altro anno. Qua vince i suoi primi trofei a livello di club con il campionato e la coppa di lega austriaca. Poi un’altra volta il ritorno in Germania alla Recycling Berlino dove milita due anni. Nel secondo, oltre a condividere il taraflex con Nicolas Le Goff(che ritroverà a Latina), vince stavolta in un’altra nazione campionato, coppa di lega tedesca e la coppa CEV. Poi prova a cercare nuovi stimoli nella fredda Russia, andando a giocare nel Lokomotiv Novosibirsk. Ma anche qui rimarrà solo un anno. La successiva destinazione è infatti l’Italia, e più precisamente Latina.

In parallelo alla carriera di club c’è ovviamente quella della nazionale che lo vede protagonista in tutte le competizioni che gioca. Dal 2013 ha raccolto quasi 150 presenze con la maglia a stelle e strisce con le vette più alte toccate nel bronzo di Rio de Janeiro nel 2016 e oro alla World League di Firenze nel 2014 quando fu peraltro proclamato miglio libero della manifestazione. “Siamo felicissimi di poter annunciare l’arrivo di Erik Shoji nella nostra squadra, si tratta di un giocatore di livello mondiale, un libero che si colloca perfettamente nel progetto che abbiamo deciso di portare avanti per la prossima stagione” così al momento dell’acquisto si esprimeva il direttore sportivo Candido Grande. Infatti Eric Shoji porta in dote talento ed esperienza. In seconda linea ora Latina ha un libero alla pari dei migliori della Superlega. E da Max Colaci a Salvatore Rossini, da Jenia Grebennikov allo stesso Shoji, quest’anno mettere la palla a terra sarà più difficile

  •   
  •  
  •  
  •