Comincia a girare la Diatec Trentino: prima vittoria in Superlega volley a Padova

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Fonte foto: pagina facebook Lega pallavolo serie A

Da dove è arrivata la prima storica vittoria esterna, nel lontano 2001, riparte in Superlega volley la Diatec Trentino che, come 16 anni fa, sbanca Padova portando in cascina il primo successo in campionato stagionale e riscattando la sconfitta interna della settimana scorsa contro Milano. Gli uomini di Lorenzetti, dopo aver conquistato l’accesso alle final four di coppa Italia in settimana con Monza, trovano un’altra vittoria e fanno passi in avanti dal punto di vista del gioco e della coesione interna. Se da una parte la Diatec non può ancora disporre di Kovacevic(con Hoag che prende il suo posto), la Kioene Padova ritrova Travica che prende il suo posto in campo(e si vede).
Il primo set è equilibrato in avvio con la possibilità per entrambe le compagini di fare dei break di qualche punto, prontamente ripresi però. Trento riesce a portarsi avanti nella parte centrale con una maggiore pressione in battuta sugli avversari e porta a casa il set. Il secondo set è dall’inizio di marca ospite con Cirovic in grandissima dificoltà in attacco(murato 3 volte solo nella parte iniziale) e Lanza che gioca su percentuali molto alte. I ragazzi di Baldovin tentano una reazione che è solo parziale: il set va alla Diatec che accelera nel finale lasciando Padova a 19. Ma l’orgoglio patavino si vede tutto nel terzo set quando i padroni di casa travolgono Trento in tutti i fondamentali e presto scavano un vantaggio non colmabile. Con 8 ace e soprattutto una prestazione sotto tono di Vettori e compagni nel parziale, la Kioene si prende il set riaccendendo la speranza. Una speranza che si affievolisce solo al termine del combattutissimo quarto set che dà la vittoria alla Diatec, una vittoria legittimata dall’ottima giornata di Lanza, MVP del match, e di Giannelli, ottimo regista per i suoi.

Leggi anche:  Champions league pallavolo femminile: bolla di Nantes per Conegliano, ecco il programma

Superlega volley, contrattacco flash

La Diatec Trentino è una squadra con molti volti nuovi, l’abbiamo detto spesso, e le cui geometrie sono da consolidare. Quelle al centro soprattutto con Giannelli che ancora non si affida spesso ai suoi centrali(4 palle a Eder e 7 a Zingel 1 a Kozamernik, entrato dalla panchina) e comunque mai in contrattacco. Molto meglio va la pipe e Vettori, alimentati dai palleggi veloci e imprevedibili del palleggiatore bolzanino. Il primo break della partita, nel primo set, nasce da una perfetta gestione del contrattacco con in serie attivati Vettori, Hoag e Lanza, due di loro senza muro, tutti con alzate a grandissima velocità.

Superlega volley, duelli azzurri

Ci sono tanti appunti da prendere per Gianlorenzo Blengini. Il ct azzurro ha potuto vedere all’opera molti dei nazionali(nel gruppo o papabili) affrontarsi, alcuni anche nello stesso ruolo. E così ecco Lanza contro Randazzo, Giannelli contro Travica e Vettori contro Nelli, più i vari De Pandis, Balaso, Polo e Volpato. Nella Diatec hanno ben figurato, come detto, Giannelli e Lanza(20 punti con il 66% a muro) con Vettori che è stato altalenante nel suo livello di attacco. E così dall’altra parte, a mettersi in mostra è stato Gabriele Nelli, ex della partita, che sotto gli occhi di Lorenzetti ha giocato una partita magnifica. Come contro Piacenza, i suoi attacchi sono stati al fulmicotone, soprattutto nei momenti di pressione dei suoi, quelli in cui non si poteva sbagliare. Sta crescendo a vista d’occhio, ampliando il suo repertorio tecnico e prendendo sempre più consapevolezza della sua forza fisica. Bene anche Polo e Balaso confermando il buon inizio di stagione(in particolare il centrale con 11 punti a referto frutto anche di 3 ace e altrettanti muri).

  •   
  •  
  •  
  •