Splendida Orro: guida Busto Arsizio alla vittoria al tie-break

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

splendida orroAltra vittoria per il Busto Arsizio, purtroppo solo al tie-break, grazia a una splendida Orro che ha saputo, nonostante le critiche post europeo, prendere in mano la sua squadra di club e portarla agli alti livelli che le competono. Vittima sacrificale la Liu-Jo Modena, che è apparsa ben lontana dalla formazione desiderata dal suo presidente, e cade sotto gli occhi del pubblico amico dopo aver vinto in rimonta il primo set. Troppo sprecona la squadra di Mencarelli che non riesce a chiudere prima l’incontro racimolando solo 2 punti su 3, nonostante il largo vantaggio di 19 a 13 che poteva contare nel primo set, ha visto la reazione delle padrone di casa che riescono a recuperare e addirittura a vincere la frazione di gioco. 25-22, 17-25, 18-25, 25-21, 13-15 i parziali che hanno visto una grandissima prova di orgoglio del Modena con Barun e Heyrman che hanno suonato la carica e mostrato come era possibile vincere nonostante il brutto avvio. Nei set successivi l’armonia tattica modenese è andata a mancare e sono salite alla ribalta le solite Bartsch e Diouf, che avevano ben figurato anche nell’incontro precedente contro la Lardini Filottrano, e la regista Alessia Orro, letteralmente strepitosa e in piena armonia con le schiacciatrici della UYBA. La musica non cambia nel terzo set, dove le ospiti dilagano per 25 a 18 mettendo seriamente nei guai Liu-Joche mostra però tutto il suo orgoglio nella quarta frazione di gioco riportando i parziali sul 2 a 2. Strepitosa infatti la prova della formazione di casa nel quarto set dove vince 25 a 21 mettendo una grossa ipoteca sulla vittoria finale. Il Tie-break è stato però ricco di sorprese e ha visto una Diouf letteralmente scatenata contro la sua ex squadra e un Modena che ha mostrato una seria paura di perdere davanti al suo pubblico, paura che si è tramutata in una sconfitta per 15 a 13. Può sorridere dunque Mencarelli che può contare su tre pallavoliste d’eccezione, ovvero la Bartsch, la Diouf e la splendida Orro.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente torna a disposizione Tiziana Veglia
  •   
  •  
  •  
  •