Superlega Volley: Civitanova supera Milano. Non basta Aziz alla Revivre

Pubblicato il autore: matteo platania Segui


Nel posticipo della terza giornata di superlega volley si sono affrontate Milano e Civitanova.
Civitanova , campione d’ Italia, scende sul campo di un Milano che ha interpretato al meglio la stagione, reduce da due vittorie: una prima contro Trento, la seconda nel derby.

L’ allenatore dell’ Associazione Sportiva Volley Lube, Giampaolo Medei, sul tema infortuni, nel pre gara ai microfoni di Rai Sport aveva detto che: “Stiamo recuperando adesso tutti i giocatori. Ancora non siamo al meglio, giochiamo contro un avversario competitivo, credo che abbia molto entusiasmo, hanno iniziato bene il campionato quindi sarà una delle tante partite che giocheremo quest’ anno contro squadre di buon livello che hanno poco da perdere contro noi. Sappiamo che la pressione è dalla nostra parte, però io sono fiducioso che i miei ragazzi scendano in campo con il giusto atteggiamento  e sicuramente il nostro obiettivo è tenere alto il gioco, se lo abbassiamo in pò poi sicuramente l’altra squadra ci creerà molte difficoltà (…) Sokolov sta recuperando, ci teniamo che trovi al più presto il meglio della forma, credo già stasera possa essere utile per la squadra”.

Primo set: le squadre si sfidano punto su punto, ma sul risultato di 7 pari, Milano mette la quinta: Sokolov si fa murare, Cebulj con un gran lungo linea elude la difesa avversaria, Ruber Schott fa punto con un ace micidiale, Nimir Abdel Aziz riesce a murare Jiri per ben due volte.
Risultato di 12 a 7 per i padroni di casa. Schott sforza la battuta e spara fuori, dal suo errore Civitanova prova la rincorsa, ma si vede  tarpare le ali dalla schiacciata di Kovar. I punti di stacco sono ancora 5. Decide di salire in cattedra Juantorena, che grazie alle sue pipe, schiacciate e recuperi riesce a raggiungere gli avversari.
La partita si fa incandescente sul risultato di 27 pari, la battuta di Candellaro regala il primo set alla squadra ospite

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Stefano Micoli nuovo allenatore di Brescia

Secondo set: Il Civitanova non commette l’ errore del primo set, ovvero quello di cedere il passo agli avversari, ma, al contrario, si tiene a distanza di 3/4 punti. Lo stacco maggiore lo ottiene sul risultato di 17 a 22.
La squadra di casa reagisce, sul risultato di 19 a 24, annullando ben due set- ball agli avversari.
Medei chiama a se i suoi, ma il suo richiamo non ha subito effetto: Sokolov si fa murare e Milano neutralizza il terzo set point. Cebulj sbaglia la battuta e regala il secondo set a Civitanova.
Terzo set: Civitanova sempre in vantaggio fin quasi la fine del set, ma Milano recupera per i capelli una partita che sembrava ormai perduta e riesce a strappare un set agli avversari. Il risultato è ora di 1 a 2
Quarto set: Milano inizia al meglio, ma Civitanova è sempre alle calcagna. Civitanova dopo esser rimasto dietro a Milano riesce a vincere il set per 22 a 25.
Nonostante i problemi fisici di alcuni titolari, Medei è riuscito a dare la spinta ai suoi sufficiente per portare a casa la partita. Attualmente il Civitanova è a sei punti, ma ha una partita da recuperare.

  •   
  •  
  •  
  •