Grandissima Pavan ma non basta: cade ancora Casalmaggiore

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

grandissima pavanNonostante una grandissima Pavan, 29 punti, Casalmaggiore è costretta a cedere al tie-break 16 a 14 a causa della grandissima prova d’orgoglio di Novara che con una strepitosa Plak rimonta e supera all’ultimo set la Pomì. 24-26, 20-25, 25-23, 25-20, 16-14 i parziali per l’ottava vittoria consecutiva delle campionesse della Supercoppa, formazione che stà letteralmente entusiasmando in serie A1 grazie al suo grandissimo organico che offre al pubblico un perfetto connubio tra giovani e pallavoliste di grande esperienza internazionale. Lucchi schiera i tre assi Martinez, Pavan e Rondon, che offrono una bellissima prova al Pala Igor che purtroppo non ha portato i tre punti a causa dell’altrettanto ottima prova delle avversarie, che rispondono colpo su colpo agli attacchi rosa. L’ex Barbolini, ora in forza al Novara coem coach, dà piena fiducia all’olandese Plak, che realizza come la Pavan 29 punti, coadiuvata dall’intramontabile Piccinini, in grande spolvero, e dalla nuova banda della nazionale italiana Paola Egonu, che al primo anno in un club prestigioso come l’Igor Novara non si spaventa e anzi riesce a essere il fulcro dell’attacco grazie al grande lavoro di squadra che può compiere con la Piccinini, che le fa un po da chioccia, e soprattutto con la Plak, grande nemica in nazionale ma amicissima sul rettangolo rosa. Ottima comunque, nonostante la sconfitta, la prova delle ragazze di Lucchi che hanno tirato fuori un grandissimo carattere e sembrano rigenerate da quando il coach cesenate ha preso il timone della squadra. Sembrano letteralmente rinate pallavoliste come la Pavan, eroina del turno, e soprattutto la Rondon, apparsa fuori luogo nelle uscite precedenti e invece determinante negli ultimi tre incontri. La chiave del gioco della Pomì è appunto la palleggiatrice Rondon, vero fulcro della nuova Pomì che grazie a lei può attendere con maggiore rilassatezza il ritorno della Lo Bianco, molto osannato ma sicuramente rallentato dal fatto che la pallavolista deve riprendere i ritmi di gioco e la sintonia con le schiacciatrici.

  •   
  •  
  •  
  •