Superlega Volley, la Revivre Milano sconfitta dalla Bunge Ravenna

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

Foto di Alessandro Pizzi ( sito Powervolley Milano)

Nella giornata di ieri, mercoledì 1 novembre, si è conclusa la 5^ giornata della SuperLega UnipolSai 2017-2018. La Revivre Milano, in un PalaYamamay abbastanza vuoto ha accolto la squadra romagnola della Bunge Ravenna  che arrivava da due vittorie consecutive : una contro la Diatec Trentino e l’altra contro Sora.
La squadra allenata da Andrea Giani, priva di Riccardo Sbertoli e Fabio Fanuli, si è arresa in quattro set alla formazione guidata da Fabio Soli ed ora già domenica 5 novembre dovranno affrontare la Wixo LPR Piacenza in trasferta.

Revivre Milano – Bunge Ravenna 1-3 (25-19, 20-25, 17-25, 23-25)

LA GARA – La gara inizia molto bene per i padroni di casa della Revivre, nonostante una formazione insolita che vede schierati in campo Daldello, Abdel-Aziz, Cebulj, Averill, Piano, Schott e come libero Piccinelli. Entrambe le squadre nei primi punti del primo set rimangono incollate una all’altra, quando tre attacchi di Buccheger permettono ai romagnoli di scappare via. Giani quindi chiama time-out e al rientro in campo Milano, grazie ai muri di Averill e all’ace di Ruben Schott riesce a riagganciare Ravenna e a portarsi in vantaggio per 14-13. In poche azioni si arriva sul 19 pari, qui un turno in battuta di Schott permette alla squadra meneghina di portarsi a casa il primo parziale.
Il secondo set vede entrare in campo una Revivre carica dalla vittoria nel set precedente e si porta subito in vantaggio grazie ad un ace di Averill sul punteggio di 6-4. Ma la Bunge di Fabio Soli non ci sta a perdere anche il secondo parziale e in poco tempo recupera e supera la Revivre portandosi sul 14-12. Sul 20-20 l’opposto di milano si fa murare e questo permette a Ravenna di portarsi avanti e chiudere per 25-20

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, risultati 11.a di ritorno e classifica: si infiamma la lotta salvezza

Il terzo parziale parte in salita per la formazione di casa. Schott fatica in attacco e viene ben presto sostituito da Klinkenberg. Sul punteggio di 11-15 Nimir viene ancora una volta stoppato e al suo posto entra in campo Tondo. Ravenna approfitta della situazione di crisi di Milano e chiude per 25-17.
Il quarto set vede Milano partire a mille e la squadra di Giani si porta avanti sul punteggio di 9-8. Piccinelli difende bene e permette ai compagni di rimanere in partita grazie anche agli attacchi di Kinkenberg. La Bunge però non molla e sotto la regia di Orduna si riporta sotto e supera Milano sul 19-18. Il finale di set vede le due squadre lottare punto a punto e alla fine ad avere la meglio è Ravenna che si porta a casa altri tre punti fondamentali per la classifica.

  •   
  •  
  •  
  •