Superlega volley, l’ottava giornata di campionato in 5 punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

1) Marcia inarrestabile

La marcia inarrestabile è quella della Sir Safety Perugia che dopo otto giornate viaggia ancora, incontrastata, a punteggio pieno. I ragazzi di Bernardi sono inarrestabili in questo momento della stagione e lo sprint sta durando ben più a lungo della sola fase iniziale dell’anno. Nella trasferta di Vibo Valentia, contro una Tonno Callipo orgogliosa ma che deve dare ancora una scossa al suo campionato, non c’è stata partita: il 3-0 secco con cui il match si è concluso è una rappresentazione plastica del fatto che, quando la Sir ha accelerato, non c’è stata più partita. Ancora una volta maestoso Atanasijevic che ritocca ancor più verso l’alto le sue ottime medie(81% per lui), così come Zaytsev che realizza 11 punti comprese 2 battute al fulmicotone. E domenica prossima si va dalla Lube all’Eurosole Forum per una sfida che sa anche di Champions.

2) Modena al primo tie-break della stagione

Il primo tie-break della stagione di Superlega volley, l’Azimut Modena riesce a portarselo a casa. Non è mai banale vincere al quinto set e Stoychev lo sa. Contro Milano la gara è stata particolarmente combattuta perché la Revivre, dopo un momento di scoramento per l’infortunio di Sbertoli, si è ripresa e ha cominciato a giocare bene. Abdel Aziz è stato come al solito straripante con una prova da 30 punti nei quali ci sono 5 ace(anche se prende 9 murate). Nell’Azimut a togliere le castagne dal fuoco è spesso Ervin Ngapeth che con 25 punti è stato il miglior realizzatore dei suoi e ha sopperito anche alla prova non eccellente di Van Garderen che ha ancora sostituito Tine Urnaut.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente torna a disposizione Tiziana Veglia

3) Trento in cerca di riscatto

Se un periodo di rodaggio se lo aspettavano tutti, per far integrare i nuovi e comporre il sestetto base, a questa altezza del campionato forse anche Lorenzetti sperava in qualcosa in più. La Diatec Trentino si trova nelle ultime posizioni con solo 7 punti, frutto di sole 2 vittorie per 3-1 e una sconfitta per 3-2. I giocatori non stanno rendendo come al solito e questo potrebbe essere un problema anche in ottica nazionale(visto che Blengini pescherà quasi sicuramente dalle montagne trentine tra Giannelli, Lanza e Vettori). Contro Latina giovedì perciò servirà una reazione di carattere prima ancora che di gioco. Ma non sarà semplice contro una Taiwan che è altalenante ma che contro squadre più forti tira fuori il meglio di sé(e Civitanova ne sa qualcosa).

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Perugia in campo per lasciare l'ultimo posto

4) Padova sulle ali di Nelli

Se, vedendo il rendimento di Trento, Blegini si dispera, può rincuorarsi vedendo l’ottima Kioene Padova infarcita di giovani talenti italiani. I patavini sono al momento in quinta posizione e soprattutto offrono un gioco veloce e spumeggiante. Dopo alcuni problemi fisici a inizio stagione, Travica ha preso in mano la squadra e i vari Nelli, Randazzo e Cirovic vanno a segno con continuità. Anche ieri ottime percentuali(62%) per l’opposto di Padova che ha messo a terra 18 punti nei 4 set contro Piacenza. Buono anche l’apporto di Randazzo che di punti ne fa 19 e si prende anche la nomination come MVP del match.
5)

Sora ancora senza vittorie

Fanalino di coda della Superlega volley è la Biosì Indexa Sora che, unica tra le squadra del campionato, non è ancora riuscito a trovare una sola vittoria. I giocatori ci sono, i numeri non sono tanto peggiori di altre compagini delle retrovie della classifica, ma a questa Sora sembra sempre mancare qualcosa. Un punto è troppo poco: il calendario non ha certo aiutato i laziali che ora potranno giocare sfide più alla loro portata, ma per continuare ad avere il bell’entusiasmo dell’anno scorso servirà ottenere qualche risultato.

  •   
  •  
  •  
  •