Superlega volley, Trento si riprende e vince in rimonta contro Latina

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Fonte foto: pagina facebook Superlega volley

Sull’orlo della disfatta la Diatec Trentino si riprende e, sotto di due set contro la Top Volley Latina, riesce a rimontare a vincere al tie-break. Trento rischia seriamente di perdere la quinta partita stagionale in Superlega volley, la seconda al Palatrento(dove l’anno scorso aveva sempre vinto), e rimanere nelle retrovie della classifica, ma l’orgoglio e le qualità dei singoli trascinano la squadra di Lorenzetti alla vittoria. Nel posticipo dell’ottava giornata di Superlega volley i padroni di casa si presentano con la necessità di riscattarsi e arrivano con la solita diagonale Giannelli-Vettori, Lanza-Hoag in banda e Eder-Zingel al centro, con De Pandis libero; la sorpresa in Latina è l’assenza di Savani che costringe Di Pinto ad adattare Gitto in posto 4, Maruotti completa la diagonale con lui, mentre per il resto ci sono le coppie Starovic-Sottile e Rossi-Le Goff con Shoji libero.

Superlega volley, la partita

Come detto, i primi due set sono a favore di Latina che gioca meglio e con meno errori. Nel primo, dopo una prima parte equilibrata, Latina riesce a stare davanti con dei buoni attacchi di Starovic che entra subito in partita. Anche Gitto fa la sua parte, soprattutto a muro, fondamentale in cui è più forte, e gli ospiti portano a casa il primo parziale, nonostante l’ingresso in campo di Uros Kovacevic alla fine. Il secondo set vede in campo ancora il martello serbo, al posto di Hoag(che prenderà a sua volta il posto di un irriconoscibile Filippo Lanza), ma i pontini non staccano il iede dall’acceleratore e Sottile trova un’ottima intesa con Le Goff. Il centrale francese è autore di diversi punti nel parziale che mandano avanti i suoi. Ancora una volta Trento prova a recuperare, ma il finale vede Maruotti freddissimo nel chiudere il parziale sul 22-25. Nel terzo set, senza più nulla da perdere, Trento si scioglie. Arrivano gli ace, di Vettori e di Eder, e anche il muro funziona meglio. Latina abbassa i ritmi e così Giannelli, pur in serata non ottimale, ha gioco facile nell’organizzare il proprio contrattacco. Nel quarto set ancora una volta Trento è deciso a ribaltare il match e resiste bene a un allungo di Latina firmato da Starovic e Maruotti. Un redivivo Lanza è però determinante nella parte finale con i punti che permettono l’arrivo al tie-break. Un quinto set di marca trentina, dopo l’iniziale vantaggio ospite per 3-0. Lanza torna titolare e i padroni di casa allungano rapidamente fino ad arrivare al definitivo 15-10.

Superlega volley, riscatto Trento

Un’altra sconfitta avrebbe fatto sprofondare Trento ancor più nel baratro. Contro Latina non si poteva sbagliare. Lorenzetti lo sapeva e infatti ha incoraggiato a lungo i suoi durante i time-out. La squadra si è ripresa bene ed è uscita alla distanza. Prova ne sono gli errori di squadra drasticamente calati(20 nei primi 2 set, 16 nei successivi 3), le migliori percentuali in attacco e in battuta(0 ace e 12 errori tra il primo e il secondo parziale, 7 ace e 11 errori tra il terzo e il quinto) e la partita di Vettori che si è dovuto adattare alle alzate, spesso troppo rapide di Giannelli, e che ha chiuso la partita con 20 punti. Forse è presto per dire se questa può essere stata la scossa decisiva, ma di sicuro è un bel segnale di carattere. Quello che mancava a Trento.

Superlega volley, super Shoji

Per Latina è stato il terzo tie-break perso su 4(unica vittoria contro Sora): i pontini sono calati quando la Diatec ha alzato la pressione e hanno sofferto l’assenza di Savani(Gitto è stato generoso e molto duttile ad adattarsi in posto 4, ma non è bastato). Ma nella Top Volley un’altra volta è brillata la stella di Shoji: il libero statunitense oltre a un 62% in ricezione(dove è andato, con personalità a raccattare anche palloni non suoi) ha impressionato in difesa dove è riuscito a salvare attacchi che sembravano destinati naturalmente a scavare un solco nel terreno. Si conferma uno dei migliori acquisti dell’intera Superlega.

  •   
  •  
  •  
  •