Volley Serie B, Macerata espugna Ancona 1-3

Pubblicato il autore: Corrado Bellagamba Segui


Volley Serie B. La Medea Macerata che continua il suo inseguimento su Portomaggiore battendo a domicilio la Bontempi Casa Ancona per 1-3. Altri 3 punti in cascina per tenere il passo della capolista che sabato ha dato un’ulteriore prova di forza a Pineto (altro 1-3 esterno).Incontro che non inizia nel migliore dei modi per i maceratesi. Se in sede di preparazione della partita il primo ordine di scuderia era forzare il servizio, sul campo Casoli e compagni devono fare i conti proprio con gli errori dai 9 metri (7 nel primo set). Condizionati un po’ da questi errori, gli ospiti si affidano ad un servizio più soft, che avvantaggia Ancona che raccoglie con le imprecisioni di Macerata quello che non riesce ad ottenere con l’attacco (solo 38% di efficacia). La Medea tuttavia non si arrende e riesce ad ottenere una prima palla set, annullata dai padroni di casa che vincono ai vantaggi complice un ace fortunoso.

Nel secondo parziale Ancona parte forte con l’opposto Morichelli scatenato. Dopo il 10-6 per i locali, coach Pasquali opera il doppio cambio, dentro Bussolari e Benedetti per Michael Molinari e Scuffia. L’inerzia della partita cambia, Bussolari trova 2 muri vincenti e 1 ace, per Benedetti 2 attacchi su 2, Casoli (top scorer di giornata) perfetto in ricezione. Così gli ospiti risalgono la china e si portano avanti sul 16-11 per poi gestire in tranquillità il resto del parziale pareggiando il conto.

Punta nell’orgoglio la formazione di casa cerca di partire forte nel terzo set (8-6), Macerata non si scompone e nella fase centrale si porta avanti grazie a un muro in costante crescita che nel terzo parziale porta 5 punti, di cui 3 a firma di Furiassi. Una volta effettuato il sorpasso, la Medea conduce con autorità il set, portandosi in vantaggio 2-1.

Senza storia il quarto set, con Casoli e Gabbanelli che in ricezione la fanno da padroni permettendo a Miscio in regia di smistare il gioco a piacimento, bene anche Alex Molinari in mezzo (2 punti a muro nell’ultimo set, 5 totali) e Troiani, chiamato in causa a rotazione da Pasquali per cambiare il servizio.

Prova importante del gruppo, che testimonia la bontà del lavoro fatto in estate per l’assemblaggio della rosa, rosa che è stata completata con l’arrivo dello schiacciatore Pietro Di Meo, dalla Sieco Impavida Ortona, a completare l’organico della Medea Macerata.

  •   
  •  
  •  
  •