Orro fa volare Busto. Non basta la Lo Bianco alla Pomì

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Orro fa volare BustoNonostante il rientro forzato, della beniamina Eleonora Lo Bianco non decolla in casa il Casalmaggiore perché Orro fa volare Busto, che con questa vittoria inizia a mettere paura alle sovrane della serie A1. La squadra del coach Lucchi si inceppa ancora nel tie-break, dopo un incontro che ha visto le sue ragazze protagoniste assolute per due interi set, grazie al grande lavoro in attacco di campionesse come la Martinez e la Pavan, prossima avversaria dell’Italia ai mondiali col suo Canada. Orro e compagne si dimostrano una squadra di classe, oltre che di carattere, e reagendo riescono a imbrigliare il gioco della Lo Bianco e compagne che non possono far altro che cedere. A galvanizzare il pubblico del PalaRadi di Cremona basta il ritorno di Leo lo Bianco che guida egregiamente l’attacco rosa nonostante il braccio destro non sia ancora al meglio. L’ex palleggiatrice azzurro batte infatti di sinistro, dimostrando un grande spirito di sacrificio. Pavan e Martinez sembrano incontenibili nel secondo e terzo set che vedono una super Pomì letteralmente annientare le avversarie per 25 a 17 in ambo i set, con una Bartsch sottotono mai decisiva né in attacco né a muro. Iniziano a ben sperare le ragazze di Lucchi che dopo aver perso il primo set per 25 a 19 si vedono protagoniste nel secondo e nel terzo dimostrando un bel gioco. Il sogno finisce però nella quarta frazione di gioco dove capitan Stufi rompe le simmetrie della Pomì e permette alla Orro di ben servire le bocche da fuoco del Busto Arsizio che non sbagliano, 25 a 19 per le farfalle e parità nei set che apre la strada al temuto tie-break. Nel quinto set la Bartsch riesce a esprimersi al meglio ben lanciata dalla Orro, che ipoteca sempre di più il posto come palleggiatrice titolare per il girone mondiale di Sapporo in Giappone. 15 a 10 il punteggio finale sotto gli occhi attoniti del pubblico del PalaRadi che con il rientro della Lo Bianco e con gli ottimi set disputati dalle ragazze di Lucchi sperava in un epilogo più idilliaco invece di accontentarsi del solito misero punto. Continua la bella stagione di Orro e compagne, grande plauso al coach Mencarelli che ah saputo ben scegliere le pallavolsite per questa stagione affidandosi pienamente alla giovane palleggiatrice sarda in regia nonostante il suo europeo non idilliaco con la maglia azzurra. Continua invece la stagione nera della Pomì, che proprio non riesce a dire la sua in questo campionato che sembra stregato. A quanto pare le colpe non erano tutte ed esclusivamente del coach Abbondanza, ma sono per lo più psicologiche, come se le pallavoliste del Casalmaggiore avessero paura di giocare. Certo le ripetute sconfitte non aiutano il morale, ma i nomi che scendono in campo al PalaRadi sono tutti di grande esperienza e spessore e quindi ci si aspetta di più, o almeno è doveroso aspettarsi di più dato che si tratta di tutte atlete professioniste e ben abituate allo stress delle competizioni non solo nazionali ma anche internazionali. A favore del coach Lucchi si può dire che con li la squadra si esprime sicuramente meglio, ma manca ancora quella sicurezza di se che dovrebbe portarle a non perdere gli incontri nel tie-break.

Leggi anche:  Superlega: Milano a Trento per i quarti di finale di Coppa Italia
  •   
  •  
  •  
  •