Sorteggio Mondiali Volley femminili, il ct Mazzanti: “Dobbiamo esaltare le nostre qualità”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Sorteggio World Cup
Parla del sorteggio World Cup Volley per Giappone 2018 il coach azzurro Davide Mazzanti che non nasconde una certa preoccupazione per il Pool B con: Cina, Turchia, Bulgaria, Canada e Cuba.

Queste le dichiarazioni del tecnico rilasciate al Corriere dello Sport: “Possiamo proprio dire di essere capitati in un girone all’italiana vista la presenza della Turchia e del Canada, allenate da Giovanni (Guidetti ndr.) e Marcello (Abbondanza ndr.). Detto questo, penso che non dobbiamo concentrarci troppo sulla pool, ma ragionare soprattutto in prospettiva del possibile accoppiamento con il girone C nella seconda fase. Questo significa che per qualificarci al terzo round dovremmo molto probabilmente metterci alle spalle un formazione tra Cina, Stati Uniti e Russia. Per riuscirci sarà necessario un percorso molto importante sia nel primo che nel secondo girone: oltre a vincere uno scontro diretto, nessuno potrà permettersi di lasciare punti per strada. Servirà un Mondiale speciale per entrare tra le prime sei. Parlando del girone B  la maggior parte delle avversarie gioca una pallavolo simile alla nostra, puntando forte sulla velocità, eccezion fatta per Cuba e un po’ per la Bulgaria. Quest’ultime due hanno un gioco più fisico e sfruttano meno le combinazioni”

“A livello di adattamento – prosegue Mazzanti – non penso avremo problemi, mentre nella seconda fase magari troveremo squadre con altre caratteristiche. Contro Turchia e Canada, essendo allenate da due grandi tecnici italiani, mi aspetto due partite toste e molto difficili dal punto di vista tattico. Il Mondiale rispetto alle altre competizioni è un torneo lunghissimo e per questo sarà fondamentale mantenere sempre alto il livello di pallavolo e di concentrazione. Avremo bisogno di esaltare le nostre qualità e quindi crescere come sistema di gioco, ripartendo dalle cose buone fatte vedere quest’anno. Anche se al Mondiale manca ancora molto tempo non vedo l’ora di ricominciare – conclude Davide – In questi mesi io e il mio staff siamo impegnati a migliorare tutto il nostro sistema e per fare questo stiamo studiando una metodologia di lavoro leggermente diversa, sia per la nazione che per il Club Italia. Sono convinto che modificando alcuni aspetti, potremo esaltare ancora di più le qualità delle nostre atlete.

Non vuole sottovalutare le avversarie ma neanche le sue atlete, che possono dare grandissime soddisfazioni. Parole di elogio anche per i tecnici italiani che prepareranno gli incontri con tattiche perfette e difficili da arginare. Il tatticismo è infatti quello che contraddistingue le squadre ‘italiane’, anche se in questi mondiali protagonista sarà anche la grande velocità delle pallavoliste dovuta soprattutto alle palleggiatrici. Anche la capitana e pilastro azzurro Cristian Chirichella commenta il sorteggio e nutre grandi aspettative sul mondiale azzurro:

Il nostro è un girone interessante e allo stesso tempo difficile, dovremo disputare alcune partite di altissimo livello, mentre altre credo saranno più abbordabili. Non bisognerà comunque commettere l’errore di sottovalutare alcuna avversaria, perché noi possiamo metterle in difficoltà, ma anche loro possono farlo. Molto importante sarà entrare in campo sin dall’inizio con l’atteggiamento giusto, sfoderando tutta la nostra grinta come è capitato in tante partite di questa stagione.

L’Italia scenderà in campo il 29 settembre 2018 contro la Bulgaria, poi affronterà il Canada di Abbondanza il 30 settembre, Cuba il 2 ottobre, la Turchia il 3 ottobre e la Cina il 4 ottobre.

  •   
  •  
  •  
  •