Superlega volley, l’undicesima giornata in 5 punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

1) Zaytsev MVP

Aveva parlato pochi giorni fa del suo momento non felicissimo e della sua voglia di essere più coinvolto in attacco. Mercoledì c’era stata anche l’esclusione, un po’ a sorpresa, dal sestetto titolare nel derby italiano in Champions League contro la Lube Civitanova. Ma Ivan Zaytsev ha reagito da campione, come gli compete. E nel successo, tiratissimo, per 3-1 della Sir Safety Perugia sulla Top volley Latina la sua mano c’è. Lo zar è stato infatti eletto MVP del match per la sua gara, anche perché si è dimostrato il giocatore più prolifico di tutti. Servito quasi quanto Atanasijevic(in due hanno raccolto più del 60% dei palloni dati da De Cecco) ha messo ben 24 palloni a terra con il 55% in attacco, 3 ace e 3 muri vincenti. Lo zar è tornato.

2) Set infinito

L’anno scorso in casa di Latina, la Sir Safety Perugia vinse facilmente per 3-0 una partita dominata dall’inizio alla fine. Quest’anno, invece, il successo è stato molto più faticoso. In particolare nel primo set, parziale infinito terminato per 39-41.  Atanasijevic con un ace aveva mandato i suoi sul 20-23 e il set sembrava vinto. Ma Latina non si è arresa e si è rifatta sotto. Nessuna delle due squadre ha dato il colpo di grazia e i frequenti cambi palla hanno fatto il resto. Alla fine ci ha pensato, ovviamente, Ivan Zaytsev con un tocco sotto rete.

3) Viatico per il Mondiale per club

La Lube Civitanova andrà al Mondiale per club ad affrontare le migliori squadre del mondo. Intanto porta a casa un soffertissimo successo, nell’anticipo del sabato, contro la Kioene Padova. I campioni d’Italia hanno ragione dei giovani patavini solamente ai vantaggi del quinto set, per 16-14. Grande gara di Taylor Sander che, con 19 punti, il 53% in attacco e il 71% di positività in ricezione, si è dimostrato martello completo e arma affilatissima all’arco di Medei nella stagione in corso. Dall’altra parte bisogna riconoscere i giusti meriti a Padova che ha messo in difficoltà la Lube con un Nelli da 23 punti e un Travica bravissimo nel mandare in doppia cifra anche i centrali(Polo 14 punti, Volpato 10).

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Conegliano ok a Trento e ora testa alla Champions

4) Spettacolo a Milano

A Busto Arsizio c’era una partita molto interessante tra la Revivre di Andrea Giani e la BluVolley Verona di Grbic(che proprio di questi tempi sostituiva Giani sulla panchina veneta). Due squadre compatte ma altalenanti che possono mettere in difficoltà chiunque se in giornata. Ieri in giornata c’era Verona che ha stoppato Abdel Aziz(solo il 35% per lui) e ha vinto in 3 set con parziali abbastanza netti(15-25, 22-25, 17-25). Ma in giornata c’era anche l’account ufficiale della società: che sia stato affidato per un giorno ad Andrea Lucchetta?

5) Prima vittoria

Arriva, all’undicesima giornata, la prima vittoria per Sora in Superlega volley. I laziali erano i soli a non aver mai conquistato una partta ed erano fermi, a quota 1 punto, sul fondo della classifica. La sfida contro la neo-promossa New Mater Castellana Grotte ha dato però la chance di prendersi due punti importanti. La vittoria al tie break, nell’anticipo del venerdì, è stata sofferta, voluta e cercata. Decisivo Petkovic con 32 punti, cercato tantissimo dal suo palleggiatore(gli sono arrivati 60 palloni); ma anche importanti i contributi di Nielsen, Rosso e Caneschi ai fini della prima vittoria stagionale.

  •   
  •  
  •  
  •