Volley, Ivan Zaytsev all’attacco su nazionale e Perugia

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Fonte foto: sito ufficiale CEV.lu

Non è un momento felicissimo per Ivan Zaytsev: il forte schiacciatore della Sir Safety Perugia è reduce da alcune partite giocate al di sotto dei suoi livelli e anche nella gara di Champions League(vinta mercoledì, in un eccezionale derby tutto italiano finito 3-2 contro la Lube Civitanova, in casa) lo zar è stato messo in panchina a favore di Berger. Zaytsev ha rilasciato un’intervista molto interessante alla Gazzetta dello Sport dove ha spiegato questo suo momento. Partendo dal suo scarso coinvolgimento in attacco dove dice che: “Il gioco è spostato soprattutto su Russell e Atanasijevic, mentre il mio compito in questo momento è reggere bene in ricezione. Psicologicamente è logorante perché faccio fatica a rimanere in partita. Ma va bene così, abbiamo perso una sola partita, la priorità è il rendimento della squadra”. Ammette di voler essere più coinvolto in attacco, ma nega decisamente di aver qualche problema con Luciano De Cecco: “Negli ultimi 10 giorni mi sono allenato spesso con la squadra B e con Shaw. Ma poi nel sestetto titolare ci sono altri meccanismi. Secondo me è una questione di ritmo”. Chiusura, poi, con vista sull’azzurro della nazionale. E Ivan Zaytsev non si tira indietro per i mondiali da giocare in casa il prossimo settembre: “Certo che si ricuce, troveremo un accordo, una soluzione nei tempi che serviranno. I margini ci sono a qualche accordo arriveremo”.

Leggi anche:  Champions league pallavolo femminile: bolla di Nantes per Conegliano, ecco il programma
  •   
  •  
  •  
  •