Vittoria Casalmaggiore in Cev Cup: qualificazione in tasca

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Cev CupSi qualifica per gli ottavi di finale di Coppa Cev la Pomì Casalmaggiore Volley del coach Lucchi con un sonoro 3 a 0 contro lo VC Sneek, formazione olandese che non ha avuto scampo al PalaRadi dove Martinez e compagne sono state sostenute da più di 1500 spettatori. 25-17, 25-19, 25-17 i parziali dei set ha dimostrazione di come, dopo la vittoria contro Scandicci in A1, la squadra di Lucchi si sia praticamente trasformata in una macchina perfetta che riesce a dare spettacolo. Per la coppa il coach cesenate schiera Rondon in regia con Martinez banda e Zago opposto. Proprio queste tre hanno fatto trionfare le rosa nella prima frazione di gioco, grazie a numerosi punti messi a segno dalla Martinez e a una bellissima prova di Valentina Zago che si sta ormai cucendo addosso una maglia da titolare.
Nella seconda frazione di gioco scende in campo Guerra per far rifiatare Martinez, e la manovra del Casalmaggiore è ancora più fluida, con una Starcevic scatenata e una Zago che continua a far posare su di se i riflettori. “5-19 il risultato del set con uno Sneek costretto fin da subito a inseguire e mai troppo pericoloso per la formazione del coach Lucchi che può stare tranquillo in panchina. Nel terzo set si assiste alla resa delle olandesi che iniziano a sbagliare frequentemente anche in battuta. 25-17 il risultato finale con una Pomì che si è dimostrata sveglia dopo il lungo letargo e si qualifica per gli ottavi di finale dove incontrerà la vincente tra le ungheresi dello Linamar Bekescsabai e le israeliane del Maccabi Haifa. Soddisfatto il coach Lucchi che ha trovato anche una Rondon e una Zambelli pronte in modo da concedere un po’ di riposo alle titolari Lo Bianco e Guiggi che stanno veramente dando molto in campionato. Poter contare su buone riserve è infatti la chiave del successo in attesa dell’esordio della Grothues e del tesseramento della Drews, due atlete che Lucchi aspetta con ansia.

“È stata una partita importante dal punto di vista della crescita e da quello della gratificazione/turnover. Il fatto che abbiano giocato Giulia e Marina (Rondon e Zambelli, ndr) è importante per quanto loro hanno dato alla squadra fino ad adesso. Hanno giocato secondo me molto bene, ne è venuto fuori di conseguenza il turn over per Leo e Martina (Lo Bianco e Guiggi, ndr) visto questo tour de force di questo mese, hanno riposato e va molto bene, ma per me era anche molto importante vedere in campo, per merito, chi aveva giocato molto poco finora. Marina è una giocatrice che ha dato molto alla squadra ed era giusto vederla in campo. L’arrivo di Grothues e l’innesto in prova di Drews hanno dato una bella ventata di aria fresca e di positività innalzando il livello degli allenamenti”. (Intervista riportata dal sito legavolleyfemminile.it).

Delusione invece nelle parole della pallavolista Lieze Braaksma (Vc Sneek):

Non sono abituata a tanto tifo ed invece l’abbiamo sentito fino all’ultimo punto. Fino alla fine abbiamo creduto di riuscire a portare a casa almeno un set ma purtroppo così non è stato. Sono contenta lo stesso”. (Intervista riportata da corrieredellosport.it).

  •   
  •  
  •  
  •