Volley Femminile | Esonerato coach Andrea Pistola a Legnano. Quinta panchina a saltare!

Pubblicato il autore: Simone Mocellin Segui

Andrea Pistola da indicazioni alla sua atleta in battuta
Foto FB SAB Volley Legnano

Il numero di allenatori esonerati continua ad aumentare vertiginosamente in questa stagione di Serie A1 di pallavolo femminile.
Cinque allenatori in quattro mesi scarsi di stagione. E’ questo il dato che lascia tutti perplessi e sbalorditi. Esoneri o rescissioni consensuali che siamo abituati a vedere nel mondo del calcio e che raramente avevamo visto con questa frequenza nel mondo del volley.

Ieri sera a farne le spese è stato Andrea Pistola, allenatore della neo promossa SAB Volley Legnano

Potrei essere poco professionale, ma stavolta non me la sento proprio di essere neutrale.
Non credo assolutamente che coach Andrea Pistola meritasse di essere esonerato. Un allenatore che, fino a quando ha avuto tutte le giocatrici effettive a disposizione, ha ottenuto dei risultati davvero soddisfacenti per una squadra neopromossa.
La vittoria su Bergamo alla prima giornata, all’esordio assoluto del Legano in Serie A1, ed altre vittorie ottenute da squadra, giustificano quanta filosofia del lavoro e quanta passione era riuscito a trasmettere coach Andrea Pistola.

Le ultime due sconfitte con la Foppapedretti Beragamo al PalaNorda e con il Saugella Team Monza in casa al PalaBorsani, però, sono costate molto molto care al tecnico marchigiano, troppo care.

Ricordiamo che le difficoltà affrontate dalla squadra e da coach Andrea Pistola sono iniziate qualche mese fa, dai rumors societari riguardo ai presunti stipendi non pagati agli addetti ai lavori e alle conseguenti cessioni illustri di Annie Drews (opposto americano) e Sonja Newcombe (schiacciatrice e capitano della SAB Volley Legnano). Problemi societari difficilmente imputabili ad un allenatore o alla squadra, che nonostante tutto si è compattata finendo egregiamente il girone d’andata, ma crollando in modo fragoroso all’inizio di quello di ritorno.

Qui di seguito riportiamo il comunicato ufficiale comparso in serata sul sito della SAB Volley Legnano.

SAB Volley Legnano comunica l’interruzione, avvenuta in data odierna, del rapporto professionale con l’allenatore Andrea Pistola. La decisione è stata presa dalla società in considerazione dei risultati negativi e delle prestazioni non soddisfacenti della squadra, in particolare nelle ultime di campionato, che hanno reso necessario un cambiamento della guida tecnica. SAB Volley Legnano ringrazia Andrea Pistola per il lavoro svolto e il grande impegno dimostrato nelle ultime due stagioni.

Il comunicato continua così:

La squadra è provvisoriamente affidata al vice allenatore Mauro Tettamanti, che ha già diretto la seduta di allenamento di oggi, con il supporto di Francesco Pietroni. La società è al lavoro per definire gli accordi con un nuovo allenatore e si riserva inoltre di intervenire sul mercato per rinforzare il roster della sqaudra.”

Il mercato, come ricordato nel comunicato, è ancora tutto in divenire, sia in entrata che in uscita.
Secondo alcune testate giornalistiche la SAB Volley Legnano più che pensare ad intervenire sul mercato farebbe meglio a prevenire la partenza di quella che ormai è divenuta l’atleta simbolo delle aquile.
Parliamo ovviamente di Camilla Mingardi, opposto di formidabile talento e con margini di crescita ancora elevati vista la sua giovane età – classe 1997. La ragazza bresciana è ricercata da mezza Serie A1, anche se nelle ultime ore la Liu Jo Nordmeccanica Modena sembra essere davvero ad un passo dalla sua acquisizione.

In tutto questo polverone a pagare è ancora una volta il tecnico, coach Andrea Pistola.

Il comunicato su Twitter

  •   
  •  
  •  
  •