Ivan Zaytsev, dall’addio a Perugia al benvenuto a Modena

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Si è chiuso ieri uno dei primi tormentoni di questa estate che si preannuncia lunga per il mercato del volley: Ivan Zaytsev è ufficialmente un giocatore di Modena e verrà presentato sabato alle ore 14. Dopo le voci sempre più insistenti, alla fine è la trattativa ha ricevuto anche i crismi dell’ufficialità. Dopo due anni passati in Umbria alla Sir Safety Perugia, lo zar potrà tornare nel suo amato posto 4, dove può dispiegare il meglio del suo potenziale. Ma il biennio passato alla Sir non è certo stato infruttuoso. Ivan Zaytsev è cresciuto come giocatore sacrificandosi per la squadra in posto 4, e ha anche arricchito la sua bacheca personale di trofei con la splendida tripletta di quest’anno(Supercoppa, coppa Italia e campionato). Per questo il talento italo-russo, impegnato in questi giorni con la nazionale nella quale è tornato dopo le vicende della scorsa, travagliata, estate, ha voluto, via instagram, lasciare un messaggio a tutti i suoi vecchi tifosi ai quali rimarrà legato. “Ci sono storie ed emozioni grandi, momenti di pura gioia che valgono ogni goccia di sudore, che ti fanno superare ogni dolore e stanchezza mentale. Come questo scudetto”, ha detto Zaytsev che ha ringraziato poi nell’ordine la società(nonostante le frizioni dell’ultimo periodo), i compagni, i tifosi, Lorenzo Bernardi e la città di Perugia.

Ci sono storie ed emozioni grandi, momenti di pura gioia che valgono ogni goccia di sudore, che ti fanno superare ogni dolore e stanchezza mentale. Come questo scudetto: mio, nostro, di tutti quelli che ci hanno creduto. Sempre! Questo scudetto è una storia d’amore a lieto fine che niente e nessuno potrà rovinare. Questa storia non termina qui perché noi che l’abbiamo vissuta la portiamo dentro e l’affetto che abbiamo costruito e ci siamo regalati rimarrà per sempre. Non si cancella questa incredibile vittoria e 2 stagioni piene di soddisfazioni e duro lavoro. Non si cancella la mia gioia di essere tornato finalmente a casa quando ne avevo più bisogno. Grazie a tutti ma davvero tutti: la società e i miei compagni di viaggio per avermi aiutato ed essersi fidati di me. Vi voglio bene ragazzi. Grazie a voi tifosi di Perugia, per l’enorme affetto e il sostegno che mi avete dato anche quando certe situazioni o polemiche mi hanno tirato giù voi siete rimasti al mio fianco. Ma il ringraziamento più importante, è per te, Lollo. È stato un onore essere allenato da te, mi hai capito, mi hai guidato, mi hai ascoltato e mi hai domato. Sono orgoglioso, determinato e spesso testardo, tu hai fatto di me quello che non pensavo sarei mai riuscito ad essere. Sei stato il più grande e ora lo sei ancora di più! Grazie Perugia, grazie terra mia. Sei stata una coperta calda, un posto sicuro e una mamma esigente. Ho cresciuto qui Sasha ed è nata qui la piccola Sienna: avranno sempre dentro un pezzo di questa terra. Ho detto tutto quello che dovevo dire e ho dato con ogni fibra del mio corpo, tutto ciò che potevo dare in ogni allenamento, ogni gara e ogni istante che ho vestito la maglia numero 9 in questa squadra di campioni. Un nuovo viaggio mi aspetta ma vado via sereno del riflesso che vedo nello specchio, leale a me stesso e ai miei principi. Quelli o si hanno o non si possono comprare a nessuna cifra, in nessuna vita. Orgoglioso del rapporto che ho costruito con ognuno di voi. INSIEME abbiamo fatto la storia di questa città! Io per voi sarò sempre Ivan. Anche ora in cui comincerò a sudare altrove con sempre nuovi sogni e nuovi traguardi. Ora che inizia una nuova avventura…

Un post condiviso da Ivan Zaytsev (@zaytsev_official) in data: Mag 17, 2018 at 3:45 PDT

“Un nuovo viaggio mi aspetta ma vado via sereno del riflesso che vedo nello specchio, leale a me stesso e ai miei principi. Quelli o si hanno o non si possono comprare a nessuna cifra, in nessuna vita”, ha poi chiuso lo zar, pronto ad abbracciare i colori di Modena, come ha detto in un video, postato nella giornata di ieri, sul canale youtube ufficiale della società. “Non vedo l’ora di cominciare a giocare con i colori gialloblu nel tempio della pallavolo che è una cosa bellissima” ed è già stato firmato un contratto per 3 stagioni.
A 29 anni, quindi, per Ivan Zaytsev è tempo di una nuova avventura, una sfida ardua: riportare Modena a vincere dopo un biennio in cui le soddisfazioni sono state veramente poche. La società della presidentessa Catia Pedrini in estate andrà incontro a un’altra rivoluzione: se l’anno scorso si era presa le prime pagine con l’arrivo di Stoycev e Bruno, ora sono arrivati Julio Velasco e Ivan Zaytsev e se ne è andato Ngapeth(e forse anche lo stesso Bruno). Vedremo se i tanti cambiamenti produrranno qualche effetto.

  •   
  •  
  •  
  •