Pallavolo femminile A1, il commento all’8.a giornata

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

L’8.a giornata del campionato pallavolo femminile serie A1 ha certamente decretato alcuni verdetti importanti. Inutile dire che a inizio Dicembre e’ ancora prematuro fare previsioni certe a lungo termine, sicuramente la giornata di ieri ha fatto vedere a tutti la forza di due squadre, Novara e Scandicci,  che renderanno difficile il compito delle campionesse d’Italia in carica di Conegliano di poter bissare il successo dello scorso anno.
Novara sta attraversando un periodo magico, una squadra che ha cambiato molto ma che sta trovando partita dopo partita una coesione che si traduce nei risultati delle partite.
Un unico passo falso, certamente doloroso, quello della sconfitta in Supercoppa italiana contro Conegliano. E’ vero che quella sconfitta e’ costata il primo trofeo ufficiale della stagione che e’ andato ad arricchire la bacheca di Conegliano, e’ altrettanto vero che la personalità di Novara nel resettare immediatamente e ripartire e’ stata evidente.
Poche settimane dopo e’ arrivato infatti un importantissimo successo in campionato proprio contro le pantere che si sono viste superare da Egonu e compagne di fronte al proprio pubblico.
Una Novara che ha raggiunto un primato in classifica che sta cercando di consolidare partita dopo partita, al di la’ dei punti in classifica e della posizione, tutto e’ certamente ribaltabile soprattutto durante i playoff scudetto , quello che conta in questo momento e’ il messaggio deciso che le piemontesi stanno lanciando a Conegliano: la lotta per lo scudetto le vedra’ protagoniste e ripetersi per le ragazze di coach Santarelli non sara’ cosa semplice.
Sta capitando forse che le pantere stiamo sentendo la pressione della concorrenza agguerrita quest’anno ? Se ci fermassimo al primo set di ieri perso nel match casalingo contro il Club Italia si potrebbe pensare così. In realtà la squadra dopo ha saputo reagire e ha portato a casa tre punti fondamentali in chiave rincorsa al vertice.
Certo le pantere , forti di un roster fortissimo quasi per intero confermato dall’anno scorso, devono compattarsi e autoconvincersi che la squadra da battere sono ancora loro.
L’altro verdetto importantissimo di ieri e’ che Scandicci entra di diritto nel pool di squadre candidate alla vittoria dello scudetto. Un conto sono le previsioni del precampionato, un altro vedere i risultati concreti sul campo, e dopo un inizio di stagione nel quale forse le toscane dovevano trovare ancora il giusto assetto, hanno ieri fatto vedere con il netto successo in trasferta per 0-3 contro Busto Arsizio che per il tricolore ci sono anche loro.
Le farfalle di Marco Mencarelli avevano fino a questo momento vinto tutte le partite, si sono pero’ dovute inchinare in casa di fronte alla forza delle ragazze di coach Parisi.
C’e’ la curiosità nel vedere nel corso delle prossime giornate come Casalmaggiore e la stessa Busto Arsizio sapranno presentarsi e mettere in difficolta’ il terzetto favorito , per quanto ottimo sia stato fino ad ora il loro percorso l’impressione e’ che Novara , Conegliano e Scandicci al momento siano troppo forti .
In fondo alla classifica squadre come Chieri, Club Italia e Filottrano devono in fretta cambiare registro per poter sperare di giocarsi qualche carta per rimanere nella massima serie .

Leggi anche:  VNL 2021, non bastano i 28 punti di Nwakalor, l'Italia pallavolo femminile ko contro l'Olanda al quinto
  •   
  •  
  •  
  •