Volley, Imoco Conegliano: il coach Daniele Santarelli vorrebbe finire la stagione

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui


La scorsa settimana la FederVolley ha deciso di sospendere definitivamente i campionati di tutte le categorie sia maschili sia femminili, non assegnando lo scudetto e bloccando promozioni e retrocessioni anche se questa decisione ha creato un incredibile polverone con la dimissione dei due presidenti  Diego Mosna e Mauro Fabris, che hanno lamentato di non essere stati presi in considerazione nel processo decisionale che ha deliberato questa drastica scelta .molto importante.

Chi non si arrende a questa decisione è il coach dell’Imoco Volley Conegliano Daniele Santarelli che al momento dello stop era primo in classifica con ben 57 punti in 19 match, con una sola sconfitta alle spalle e con nove punti di vantaggio sulla seconda, ovvero l’Unet E-Work Busto Arsizio, mentre in Champions League era ad un passo dalla semifinali, visto che nel match d’andata dei quarti di finale, le ragazze venete avevano vinto 3-0 sul campo delle tedesche dello Stoccarda. Queste le parole rilasciate all’Ansa dal coach Santarelli  che propone di tornare a giocare anche in estate perchè secondo lui non sarebbe giusto annullare tutta la stagione.

Imoco Conegliano, le parole del coach Santarelli

Se lo scudetto non dovesse essere assegnato accetterei con grande sportività la decisione, ma penso che dopo sei mesi di stagione non può essere cancellato tutto quanto. Se il campionato regolare non si può più giocare, si può comunque trovare una formula d’emergenza. Secondo me c’era ancora la possibilità di concludere la stagione con una formula particolare. Per noi è stata una interruzione traumatica, si poteva anche aspettare un po’ per capire se c’era la possibilità di estendere l’ulteriore possibilità di provare a finire la stagione; stavamo andando alla grande e potevamo vincere scudetto e Champions”.

Ora bisognerà vedere le sue parole verranno ascoltate, anche se sarà molto complicato che ciò avvenga, perchè se ci fosse un cambiamento di rotta in corsa come si auspica il coach dell’Imoco Conegliano, ci sarebbero sicuramente critiche e soprattutto la FederVolley perderebbe di potere.

  •   
  •  
  •  
  •