Castrogiovanni morso da un cane: l’Italrugby fa la conta dei danni

Pubblicato il autore: Armando Cortese Segui

Castrogiovanni morso da un cane

Adesso ci si mette anche la sfortuna: Castrogiovanni morso da un cane di un amico, ben 14 punti di sutura in viso e forfait assicurato per l’insidiosa trasferta di Scozia. Salgono così a 6 le assenze pesanti, quelle che contano davvero, per la Nazionale italiana di rugby impegnata sabato 28 febbraio a Murrayfield  nella terza giornata del Sei Nazioni. Un’Italrugby incerottata e perseguitata dalla sorte ostile, un XV titolare rivoluzionato e da reinventare. Il Commissario tecnico Jacques Brunel dovrà studiare soluzioni ottimali, anche se le scelte sono quasi obbligate, per schierare la formazione migliore, la più competitiva possibile. E capitan Parisse, da par suo, avrà il compito di compattare il gruppo azzurro, di stimolarlo e di responsabilizzarlo. La conta dei danni é dunque impietosa: Quintin Geldenhuys si é procurato una lesione di secondo grado al collaterale del ginocchio destro ancor prima dell’inizio del torneo; Michele Campagnaro ed Alessandro Zanni sono usciti a pezzi dalla gara d’esordio con l’Irlanda, il primo subendo alla gamba sinistra lo stesso infortunio di Geldenhuys, il secondo riportando la lesione parziale del legamento crociato anteriore del ginocchio destro ed una contusione ossea rotulea; Andrea Masi, colpito duro venerdi sera in Premiership, ha un taglio profondo ed ampio ad un polpaccio; Marco Bortolami non ha recuperato appieno da un problema all’adduttore destro, noia muscolare che lo aveva già limitato nelle passate settimane; ed infine l’assurdo…Martin Castrogiovanni morso da un cane! Comico ed incredibile allo stesso tempo. 6 titolari, non dei comprimari; 6 uomini di esperienza, non giovani promesse; 6 atleti affidabili e talentuosi, in una parola indispensabili. Per vincere servirà un’impresa; per i tifosi, al seguito e davanti alla tv, un regalo…una sorpresa.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: