Rugby World Cup, i Wallabies alla ricerca del terzo sigillo

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

 

New Zealand v Australia: The Rugby ChampionshipDue Coppe del Mondo vinte, una storia ultracentenaria che la fa essere una della  Nazionali più importanti del panorama rugbistico mondiale. L’Australia arriva alla Coppa del Mondo che si aprirà il 18 settembre nel Regno Unito con l’etichetta di squadra tra le favorite per la vittoria finale. Un successo per i Wallabies che manca da 16 anni. La storia internazionale della selezione australiana inizia nel 1899 quando venne realizzato il primo tour delle British Isles riconosciuto ufficialmente in Australia.  L’esordio internazionale dell’Australia si giocò il 24 giugno dell 1899 e si concluse con una vittoria per  13 a 3 contro la rappresentativa dei British Lions. Si dovettero attendere altri quattro anni per assistere al primo test contro quelli che diventeranno tra i rivali storici dell’Australia, la Nuova Zelanda. Il 15 agosto del 1903 al Sydney Cricket Ground gli All Black sconfissero per 22 a 3 l’Australia. Fu, però, proprio quel match a far conoscere al grande pubblico australiano il rugby che iniziò ad avere da quel momento un forte seguito. L’Australia ha preso parte a tutte le edizioni della Coppa del Mondo sin dalla prima edizione disputata nel 1987. Il bilancio dei Wallabies nel massimo torneo mondiale è di due vittorie e diversi altri piazzamenti che la pongono tra le nazionali con il miglior palmares nella competizione.  Fu proprio l’Australia ad ospitare, insieme alla Nuova Zelanda, la prima edizione della Coppa del Mondo che si concluse per i Wallabies in maniera non molto positiva. Dopo l’esordio brillante contro l’Inghilterra e le vittorie nel girone contro Stati Uniti e Giappone e contro l’Irlanda ai quarti di finiale i Wallabies vennero sconfitti dalla Francia in semifinale perdendo anche la successiva finale per il terzo posto contro il Galles.

Quattro anni più tardi arrivò il primo successo degli australiani nella Coppa del Mondo. Anche nell’ edizione del 1991 il percorso dei Wallabies nel girone fu accompagnato soltanto da vittorie, contro Samoa,Galles ed Argentina.  Irlanda e Nuova Zelanda furono le “vittime” degli australiana nei quarti e nella semifinale mentre a Twichenham l’Australia riuscì nell’impresa di sconfiggere nella finalissima i padroni di casa dell’Inghilterra per 12 a 6.  Nel 1995 gli australiani vennero sconfitti ai quarti di finale dall’Inghilterra che si prese la rivincita della sconfitta patita quattro anni prima.  L’Australia è stata la prima nazionale a vincere per due volte la Coppa del Mondo, un record questo conquistato grazie al successo nel mondiale del 1999. Altro percorso netto per i Wallabies che di fila riuscirono a battere Irlanda, Romania, Stati Uniti, Galles, Sudafrica e Francia. Nel 2003 l’Australia fu ad un passo dal terzo successo nell’edizione che si disputò proprio in casa. Ad abbattere i sogni dei Wallabies fu un drop di Jonny Wilkinson nei tempi supplementari della finale disputata contro l’Inghilterra. Nel 2007 l’Australia arrivò al Mondiale con i favori del pronostico ma la sua corsa si interruppe presto. Nei quarti di finale a castigare l’Australia fu ancora una volta l’Inghilterra. Nell’ultima edizione, disputata in Nuova Zelanda, l’Australi venne eliminata in semifinale dai padroni di casa, dopo aver superato il Sudafrica ai quarti di finale. Per i Wallabies arrivò la consolazione del terzo posto, ottenuto grazie alla vittoria contro il Galles. Anche l’Australia, come le altri grandi nazionali , può vantare la presenza di suoi giocatori all’interno dell’Internationale Rugby Hall of Fame. Si tratta di David Campese, Ken Catchpole, John Eales, Mark Ella, Nick Farr- Jones, Tim Horan e Micheal Lynagh. Eales, Campese, Ella e Farr  – Jones sono stati introdotti successivamente anche nella IRB Hall of Fame. Il maggior numero di presenza con la maglia dei Wallabies spetta a George Gregan con 139 caps all’attivo,  il record di punti segnati invece è di Micheal Lynagh con 911 mentre è David Campese l’australiano con il maggior numero di mete realizzate, 64 in 101 partite disputate con la maglia dei Wallabies

  •   
  •  
  •  
  •