Rugby World Cup, Italia alla prova dei ” numeri” per invertire la tendenza

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

 

 

rugby-world-cup-2015-logo-620x350L’appuntamento ad Elland Road di domani contro il Canada rappresenta per l’Italrugby già un crocevia fondamentale del suo Mondiale. Dopo la netta sconfitta contro la Francia all’esordio la formazione azzurra deve a tutti i costi cercare di ottenere una vittoria contro i nordamericani, puntando anche al raggiungimento del bonus.  L’Italia dovrà dimostrare di poter puntare al proseguo della competizione con fiducia nonostante le ultime prestazioni della nazionale siano state assolutamente da dimenticare.  Se si dovesse guardare soltanto ai numeri che accompagnano la sfida di Leeds la missione della squadra di Brunel sembrerebbe ancora più difficile di quanto si spera il campo dirà.

Infatti l’Italrugby negli ultimi due anni ( tra competizioni ufficiali e test – match) ha vinto soltanto 4 partite  perdendone invece ben 21. L’ultimo successo azzurro risale allo scorso VI Nazioni contro la Scozia, ad Edimburgo per 22 a 19.  Le altre tre vittorie, invece, sono arrivate nel novembre del 2014 in amichevole contro Samoa (  24 – 13 ) , contro la Spagna nella Tbilisi Cup nel giugno del 2014 e contro Fiji ( 37 – 31 ) nel novembre del 2013. Nel mezzo tante, troppe, sconfitte ( alcune anche pesanti) che rappresentano un fardello che la squadra azzurra dovrà scrollarsi di dosso, domani, per invertire la negativa rotta intrapresa. Contro il Canada i precedenti sorridono all’Italia. Nei sette incontri disputati sono state 5 le vittorie azzurre contro le 2 del Canada.

  •   
  •  
  •  
  •