Coppa del Mondo di rugby 2015, i precedenti e le statistiche della semifinale Argentina-Australia

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

coppamondorugby
La Coppa del Mondo di rugby vive il suo atto conclusivo, con le quattro migliori squadre del mondo che faranno di tutto per prendersi un posto in finale a Twickenham il prossimo 31 ottobre.

Oggi si parte con la partitissima Sudafrica – Nuova Zelanda, finale anticipata, che decreterà la prima squadra a contendersi la coppa William Webb Ellis. In questo doppio scontro australe la sfida tra Springboks e All Blacks è senza dubbio quella più equilibrata, con l’Australia che dovrebbe avere vita facile contro gli argentini. Ma occhio a non sottovalutare i Pumas, pronti a graffiare i Wallabies e a conquistare la prima finale nella loro storia alla Coppa del Mondo di rugby.

ARGENTINA – AUSTRALIA Sfida inedita quella di domani tra Argentina e Australia a Londra in una fase finale della Coppa del Mondo di rugby.
Le due squadre nella competizione si sono affrontate solo due volte, sempre in una fase a gironi.
Il primo confronto risale al Mondiale del ’91 con le due squadre che si ritrovano di fronte nel girone C: nella partita d’esordio sono gli australiani ad avere la meglio con un 32-19. Wallabies che vinceranno la Coppa del Mondo di rugby contro l’Inghilterra padrona di casa.
Il secondo scontro risale al Mondiale giocato in casa dall’Australia nel 2003: è sempre la partita d’esordio, stavolta nel girone A. La vittoria australiana è schiacciante con un 24-8 finale. L’Australia chiude il girone da 5 squadra in testa, l’Argentina arriva terza dietro l’Irlanda e lascia il Mondiale. E l’Australia arriverà di nuovo in finale, ancora contro l’Inghilterra: ma stavolta a Sidney sono gli inglesi ad avere la meglio grazie allo storico drop di Wilkinson nei tempi supplementari.

L’Argentina è l’unica tra le quattro semifinaliste a non aver mai vinto un Mondiale, oltre ad essere l’unica a non essere mai arrivata in finale.
Quella di domani per i Pumas è la seconda semifinale della loro storia, dopo quella del 2007: quell’anno gli argentini dopo aver superato la Scozia nei quarti dovettero arrendersi al Sudafrica (37-13), che avrebbe poi battuto l’Inghilterra in finale.
Per gli australiani invece è la sesta semifinale nella Coppa del Mondo di rugby, i secondi per presenze al pari dei francesi (dopo la Nuova Zelanda che è arrivata 7 volte in semifinale).
I 5 precedenti vertono a favore dei Wallabies: in occasione del primo Mondiale, organizzato insieme alla Nuova Zelanda (che avrebbe poi vinto il torneo) nel 1987, gli australiani cedettero il loro posto in finale alla Francia che a sorpresa s’impose per 30-24 (la finale per il 3° posto fu vinta dal Galles 22-21).
Quattro anni più tardi, nel derby contro i vicini neozelandesi, gli australiani conquistarono la finale (16-6 il risultato pro Australia) e il loro primo titolo mondiale.
Nel 1999 l’Australia superò a Twickenham il Sudafrica in semifinale, per poi vincere il secondo e ultimo Mondiale contro la Francia.
Nel 2003 arriva ancora una vittoria in semifinale contro gli All Blacks, per poi perdere incredibilmente il mondiale casalingo contro l’Inghilterra ai supplementari.
L’ultima semifinale giocata risale al 2011, con la Nuova Zelanda che vendicò la sconfitta del 2003 (con un sonoro 20-6) e vinse il suo secondo titolo di campione del Mondo.
Dalla sua l’Australia ha due precedenti: quando ha affrontato l’Argentina è sempre arrivata fino in fondo in un Mondiale (vincendolo nel ’91 e perdendolo nel 2003), e vanta la vittoria del primo titolo proprio in terra inglese (proprio nel 1991).

  •   
  •  
  •  
  •