Rugby World Cup. La Nuova Zelanda impietosa sulla Francia

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

rugby-world-cup-2015-logo-620x350Distrutti. E’ questo il termine che meglio indica quello che è stato il destino della nazionale francese di rugby nel quarto di finale dei Mondiali disputato contro la Nuova Zelanda. Gli All Blacks hanno fatto un sol boccone dei transalpini caduti sotto i colpi di una Nuova Zelanda spettacolare e dilagante. 62 a 13 il risultato finale di un match mai in bilico,  con 9 mete della Nuova Zelanda contro 1 soltanto della Francia.  La gara sin dalle prima battute ha dato spettacolo. Sono stati gli oceanici ad aprire le ostilità, al settimo minuto , con un calcio di punizione di Carter pareggiato due minuti dopo da un gioco da tre punti del francese Spedding. Passano altri due minuti ed arriva la prima meta neozelandese ad opera di Retallick cui segue la trasformazione Carter ( 10 – 3 ). La Francia però continua a rimanere concentrata ed al 15esimo Parra realizza il calcio di punizione del meno 4.

Tra il 23esimo ed il 29esimo gli All Blacks scavano, però, il primo break della gara grazie alle mete di Milner Skudder e Savea e con le trasformazioni di Nonu e Carter ( 24 – 6). L’orgoglio francese porta i transalpini alla meta, con Picamoles, al 36esimo seguita dalla trasformazione di Parra. Ma prima della fine del primo tempo arriva la quarta meta neozelandese con Savea ( 29  – 13 ) . Nella ripresa di completerà la disfatta francese. Tra il 50esimo  ed il 70esimo la Nuova Zelanda mette a segno cinque mete con Kaino, Savea , Read e due volte Kerr – Barlow che fissano il punteggio sul finale 62 a 13 nei confronti di una Francia ha mestamente abbandonato il campo pesantemente battuta.

 

  •   
  •  
  •  
  •