Rugby, ultima haka di addio per Jonah Lomu [video]

Pubblicato il autore: Silvia Campagna

jonah lomu funeral
La Nuova Zelanda ha salutato il suo campione, Jonah Lomu, una vera leggenda del rugby scomparsa il 18 novembre scorso a soli 40 anni a causa di una gravissima malattia ai reni.
Circa 10 mila persone hanno voluto rendergli omaggio questa mattina all’Eden Park National Stadium di Auckland, lo stadio degli All Blacks. Dopo una piccola cerimonia privata svoltasi giovedì scorso, la famiglia ha infatti voluto che la Nazione, così come l’intero mondo del rugby, salutasse per l’ultima volta il suo campione.
La bara, portata a spalla dentro lo stadio da alcuni ex giocatori della nazionale vestiti di nero con i tradizionali simboli maori del lutto, e seguita dalla vedova e dai due figli di 6 e 5 anni, è stata accolta dalle migliaia di persone sugli spalti che hanno dato il loro ultimo saluto a Lomu sventolando bandiere nere con la felce d’argento della Nuova Zelanda da un lato e il numero 11 del campione scomparso sull’altro.
Sono poi seguiti i discorsi di omaggio, proiettati sul maxischermo dello stadio. Per primo quello del premier neozelandese John Key, impegnato a Parigi in un summit sul clima, che ricorda il gigante del rugby tramite un messaggio video in cui vengono anche mostrate le rassegne di tutti i telegiornali del mondo che hanno dato la notizia della morte di Lomu. Segue un discorso del Presidente della federazione mondiale del rugby, Bernard Lapasset, giunto dalla Francia appositamente per i funerali, che lo ha ricordato come fonte di ispirazione per milioni di fan grazie alla sua incredibile forza e potenza. A parlare a nome della famiglia è John Hart, ct degli All Blacks dal 1995 al 1999, che racconta della battaglia di Lomu contro la malattia genetica ai reni che lo ha portato alla morte e della sua volontà di aspettare il trapianto di rene senza superare nessun altro malato in lista d’attesa a causa del suo nome altisonante.
Ma il saluto e l’omaggio più commovente è stato quello finale da parte di amici ed ex compagni di squadra di Lomu: un’ultima haka d’addio, un ultimo omaggio reso con la danza tipica dei maori, mentre il feretro del gigante della palla ovale attraversava il campo per poi essere caricato su un’auto nera e lasciare lo stadio accompagnato dagli applausi dei presenti.
Il maxischermo proietta un ultimo messaggio: Jonah Lomu rest in peace.

Qui in basso il video dell’haka d’addio:

https://youtu.be/PmAWePgp79E

  •   
  •  
  •  
  •