Rugby, il Benetton Treviso fa le cose in grande: arriva Crowley

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Kieran-Crowley_N

Novità nel panorama rugbystico italiano. Ed è un grande colpo di mercato, di quelli destinati a far discutere per parecchio tempo: la Benetton Treviso ha affidato a Kieran James Crowley l’incarico di head coach. Crowley sarà a Treviso dalla prossima stagione. Un nome prestigiosissimo, quello di Crowley.  Nato a Kaponga in Nuova Zelanda il 31 agosto 1961, Crowley è sposato ed è padre di Jayden, Nicole e Casey. E’ stato un grande giocatore di rugby, avendo giocato nella sua carriera negli anni 80′ e 90′ come trequarti per il Taranaki, formazione della quale e’ stato nominato membro a vita, in virtù dei meriti sportivi acquisiti e della grande fama accumulata nel corso di quegli anni. Ma Crowley conosce bene anche il rugby italiano: Crowley ha infatti avuto anche una parentesi italiana, in quanto ha giocato due campionati con il Parma Rugby dal 1982 al 1984. Per lui, quindi, si tratta di un gradito ritorno.

Il neo tecnico trevigiano, All Blacks n. 848, vanta inoltre 105 punti messi a segno con la nazionale neozelandese con la quale si è laureato campione del mondo nel 1987 contro la Francia e conquistato un terzo posto all’edizione del campionato mondiale del 1991, battendo la Scozia nella finale per il terzo posto.

Grandi soddisfazioni, Crowley, le ha avute anche durante la sua carriera da allenatore, che  lo ha visto dal 1998 al 2007 alla guida del Taranaki, periodo nel quale è diventato uno dei migliori head coach del mondo. A Treviso arriva quindi un vero fuoriclasse della panchina, un allenatore destinato a spostare gli equilibri.

Ricordiamo che Crowley dal 2002 al 2003 ha anche accettato l’incarico di selezionatore per la nazionale neozelandese, successivamente  e’ stato capo allenatore della nazionale Under 19 neozelandese conducendola senza neppure subire una sola sconfitta alla vittoria del campionato mondiale giovanile. Un evento storico per la Nuova Zelanda, che non vinceva quel campionato addirittura  cosa dal 2004. La gara di finale fu un match davvero memorabile: la Nuova Zelanda di Crowley sconfisse in finale il Sud Africa per 31 a 7, al termine di una gara che in Nuova Zelanda ancora ricordano con infinito piacere.

Il resto, per Crowley, è storia recente: dal 2008 sino ad oggi Crowley si e’ messo in mostra a capo della nazionale del Canada, guidandola alla partecipazione ai campionati mondiali nel 2011 e nel 2015, sfornando decine e decine di giocatori che, sotto la sua giuda, sono molto migliorati, soprattutto sotto il profilo tecnico.

Ecco le prime parole di Crowley a commento dell’accordo raggiunto con Treviso: “Sono molto emozionato e contento di essere il nuovo allenatore del Benetton Rugby Treviso. Sono davvero tanto impaziente e  non vedo l’ora di cominciare a lavorare, così da poter aiutare il club a raggiungere il successo. Questà è l’unica cosa che mi interessa”.

Insomma, Crowley è sempre lo stesso, grinta e determinazione non gli hanno mai fatto difetto. La Benetton si affida a lui per primeggiare nel panorama rugbystico italiano. Una scelta di prim’ordine che indica la grande voglia di migliorarsi del club biancoverde e i programmi davvero prestigiosi per una delle squadre più conosciute e apprezzate d’Italia. Dal prossimo anno, con coach Crowley al timone, si inizierà davvero a fare sul serio.

 

  •   
  •  
  •  
  •