Rugby, il torneo 6 Nazioni è alle porte. Da seguire con Mauro Bergamasco commentatore

Pubblicato il autore: Angelo Risso Segui

Mauro BergamascoRugby, il torneo 6 Nazioni è alle porte. Si avvicina l’emozionante appuntamento del prestigioso Torneo internazionale di Rugby, manifestazione storica nata nel lontano 1883.

Un torneo in cui il Rugby Italiano è entrato a farne parte solamente nel 2010.

Inizialmente il torneo nacque come 4 Nazioni e coinvolgeva solamente le Nazionali britanniche. Divenne a 5 nel 1910 con l’ingresso della Francia e poi appunto a 6 con l’ammissione della Nazionale Italiana.
Il 6 Nazioni è suddiviso in cinque intense giornate, prenderà il via sabato 6 febbraio e andrà avanti fino al 19 Marzo.
Saranno gli azzurri ad aprire il Torneo allo Stade de France di Parigi sabato 6 febbraio nella sfida contro la Francia valida per il Trofeo Garibaldi ospitando poi l’Inghilterra all’Olimpico di Roma domenica 14 febbraio e la Scozia sabato 27 febbraio per poi chiudere con una doppia trasferta al di là della Manica contro l’Irlanda (12 marzo) ed il Galles (19 marzo).

Questo il calendario dettagliato del Torneo :

I giornata
Sabato 6 Febbraio
ore 15.25 Francia v Italia
ore 16.50 Scozia v Inghilterra
Domenica 7 Febbraio
ore 15.00 Irlanda v Galles

II giornata
Sabato 13 Febbraio
ore 15.25 Francia v Irlanda
ore 16.50 Galles v Scozia
Domenica 14 Febbraio
ore 15.00 Italia v Inghilterra

III giornata
Venerdì 26 Febbraio
ore 20.05 Galles v Francia
Sabato 27 Febbraio
ore 15.25 Italia v Scozia
ore 16.50 Inghilterra v Irlanda

IV giornata
Sabato 12 Marzo
ore 13.30 Irlanda v Italia
ore 16.00 Inghilterra v Galles
Domenica 13 Marzo
ore 15.00 Scozia v Francia

V giornata
Sabato 19 Marzo
ore 14.30 Galles v Italia
ore 17.00 Irlanda v Scozia
ore 21.00 Francia v Inghilterra

Copertura televisiva con il commento di Mauro Bergamsco :

Il 6 Nazioni potrà essere seguito da tutti gli appassionati di rugby in chiaro in diretta televisiva. Oltre alle televisioni britanniche BBC e ITV, l’ irlandese RTE e France2, i diritti televisivi dell’evento sono stati acqusitati anche dal circuito Discovery Network. E dunque negli orari sopra elencati tutte le partite dell’Italia saranno trasmesse in diretta tv in chiaro su DMAX: canale 52 del digitale terrestre, 136 Sky e 28 Tivù Sat.

E fra i commentatori del torneo una novità eccellente, la presenza di Mauro bergamasco che abbandonato dopo 18 anni il rugby giocato si cimenterà nel nuovo ruolo televisivo.

Dalla maglia infangata alla giacca da commentatore, Bergamasco fino all’anno scorso protagonista era l’unico a potersi vantare di aver vissuto l’esordio dell’Italia nel primo 6 Nazioni del 2000.

Era il 5 febbraio, Mauro poco più che ventenne contro la Scozia.

E Mauro ci sarà anche il 6 febbraio del 2016 dunque, ma stavolta come detto nelle vesti di espertissimo commentatore.

Il suo punto di vista e qualche pronostico sull’avventura italiana?

“Sarà un’Italia molto giovane, con tanti esordienti, ben 10, tanti infortunati eccellenti, ma non bisogna pensare a quelli che mancheranno, piuttosto ad incitare a quelli che sarnno disponibili, giovani che avranno la chance di mettersi in mostra, dimostrare il loto valore e far bene.Su tutti da tenere d’occhio Odiete e Lovotti due ragazzi molto interessanti.”

Giovane Italia che vuole sorprendere

Sergio Parisse, dal novembre 2007 capitano dell’Italrugby, parla così del suo ottavo RBS 6 Nazioni da leader degli azzurri.
“Disputare il 6 Nazioni è sempre emozionante, una grande opportunità per ogni giocatore. Per noi sarà un torneo duro, con tre partite fuori casa. Non ci poniamo un obiettivo, pensiamo a una partita alla volta, a cominciare dal debutto del 6 febbraio contro la Francia. Abbiamo due partite da giocare davanti al nostro pubblico, nel calore dell’Olimpico di Roma, il 14 febbraio contro l’Inghilterra ed il 27 febbraio contro la Scozia – spiega Parisse – una responsabilità ma anche uno stimolo ulteriore a fare bene. Abbiamo molti infortuni, ma una cosa mi sento di garantirla: daremo sempre il massimo e vogliamo sorprendere.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: