Torneo Sei Nazioni 2016, Jacques Brunel: “Ogni anno ci sono delle sorprese, stavolta vogliamo esserlo noi”

Pubblicato il autore: Claudia Raponi Segui

pallone rugby italiaDal 3 febbraio al via il Torneo Sei Nazioni 2016 che vedrà l’Italia subito impegnata fuori casa, a Parigi, contro una nazionale francese molto cambiata dopo la sconfitta umiliante ai quarti di finale del mondiale contro la Nuova Zelanda (partita terminata 62-13). Infatti, la Francia si è affidata al nuovo ct, Guy Noves, che ha preso il posto di Philippe Saint-André ed ha passato i gradi di capitano a Guilhem Guirado, il quale è partito molto deciso con delle dichiarazioni volte ad incitare i suoi compagni di squadra: “Per il momento è tutto nuovo, abbiamo avuto solo due giorni di allenamento. Molti senatori si sono ritirati, ma non abbiamo alibi: è tempo che la Francia torni a vincere questo torneo“. Non bisogna dimenticare che i transalpini non vincono questo torneo dal 2010 e, specie dopo la sconfitta al mondiale e i vari cambiamenti in atto, puntano ad ottenere il massimo dalle 15 partite del Sei Nazioni, per non deludere ancora i loro tifosi. Dall’altra parte, invece, c’è un’Italia nuova e in fasce – se così si può dire – e a sottolinearlo è proprio il ct della nazionale azzurra Jacques Brunel, il quale sembra molto deciso e determinato: “Quest’anno abbiamo un gruppo nuovo, un mix tra dieci giovani esordienti e i giocatori più esperti: il Sei Nazioni è il torneo più bello al mondo, ogni anno ci sono delle sorprese, stavolta vogliamo esserlo noi”. Ad aspettarsi tanto anche il capitano Sergio Parisse: “Sarà un 6 Nazioni molto difficile perché inizieremo contro Francia e Inghilterra. Ma c’è la volontà di dare il nostro meglio e iniziare questo torneo con delle buone prestazioni. Mi aspetto tanto entusiasmo dai giovani. Peccheremo un po’ di esperienza però c’è grande voglia. E’ sbagliato creare false aspettative ma se giochiamo al massimo livello possiamo mettere in difficoltà chiunque”. L’entusiasmo sembrerebbe non mancare anche tra i tifosi degli azzurri di rugby; infatti a 20 giorni da Italia-Inghilterra i biglietti venduti hanno oltrepassato la soglia dei 52mila. Quelle contro Francia e Inghilterra saranno le prime sfide per gli azzurri, ma andiamo a vedere il calendario integrale del torneo Sei Nazioni 2016:

Si comincerà il 6 febbraio con il match Francia-Italia alle ore 15:25; lo stesso giorno si giocherà Scozia-Inghilterra (ore 17:50), mentre il giorno seguente alle 16, sarà la volta di Irlanda-Galles.

La seconda giornata avrà inizio sabato 13 febbraio con Francia-Irlanda (ore 15:25) e Galles-Scozia (ore 17:50); invece, gli azzurri scenderanno in campo il giorno di San Valentino alle ore 15 contro l’Inghilterra.

La terza giornata comincerà venerdì 26 febbraio con la sfida Galles-Francia (ore 21) seguita dai 2 match di sabato 27: Italia-Scozia alle ore 15:25 e Inghilterra-Irlanda (ore 17.50).

Il 12 marzo si torna a giocare con la partita Irlanda-Italia (ore 14.30) e Inghilterra-Galles (ore 17) mentre il 13 marzo alle 16 è in programma Scozia-Francia.

Infine, le ultime tre giornate conclusive del Sei Nazioni si giocheranno il 19 marzo e saranno: Galles-Italia alle 15:30, Irlanda-Scozia (ore 18) e Francia-Inghilterra (ore 21).

Tutte le partite saranno trasmesse in diretta in chiaro e in esclusiva su DMAX (Canale 52 digitale terrestre, 136 SKY, diretta streaming sul sito Web). Inoltre, le partite dell’Italia saranno proposte in diretta anche su Deejay TV (Canale 9 del digitale terrestre).

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: