Seconda vittoria consecutiva per Treviso Rugby

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

Nuova grande prestazione allo Stadio Monigo per i Leoni già reduci dalla vittoria sui Cardiff Blues.

Nel quindicesimo turno di Guinness Pro12, Treviso ha, infatti, sconfitto i gallesi dei Newport Gwent Dragons.

La Benetton ha messo a segno tre mete con Esposito, Paulo e Ludovico Nitoglia, mentre hanno fatto la differenza le trasformazioni di Hayward. Ma andiamo con ordine con la cronaca della partita.

Partenza sprint per i Leoni, che dopo appena due minuti accendono la sfida con Angelo Esposito che riceve palla, finta il passaggio all’esterno e trova il varco giusto che lo porta oltre la linea di meta avversaria. Hayward trasforma dalla piazzola. La reazione dei Dragons si sviluppa su una buona giocata di Pretorius che libera Amos fino alla meta. O’Brien trasforma e porta la situazione sulla parità.
Gli uomini di Goosen si impegnano per tutto il resto del primo tempo, ma sono puniti da un fallo prontamente evidenziato dall’arbitro: è il 35° minuto quando con la punizione realizzata dall’apertura O’Brien i gallesi passano in vantaggio. Tuttavia i Leoni non demordono ed allo scadere del primo tempo vanno a segno con una lunghissima fase di gioco: l’azione di Filo Paulo è vincente, trova lo spazio e schiaccia in meta per la gioia del pubblico presente. Ed anche questa volta Hayward trasforma centrando i pali. E così il parziale del primo tempo è Benetton Rugby 14, Newport Gwent Dragons 10.

Il secondo tempo comincia nel migliore dei modi per i padroni di casa: Lucchese porta via la palla ai gallesi, e da vita ad una serie di scambi con Hayward, con brillante offload di Christie per Ludovico Nitoglia che riceve l’ovale resiste al placcaggio e va a schiacciare dritto in meta. Poco conta la mancata trasformazione. I Dragons cercano di creare danni ma le file dei trevigiani restano ben salde, fino al 60′ quando Cory Hill riesce a portare il pallone oltre la linea di meta per la seconda meta gallese trasformata subito dopo da O’Brien.
A due minuti dalla fine i Dragons hanno l’opportunità di vincere la partita, mettendo O’Brien nelle condizione di provare il calcio in drop: ma il pallone prende la traiettoria che non ti aspetti: colpisce prima l’uno, poi l’altro palo e non è finita: Amos afferra il pallone e si lancia verso la linea di meta quando, formando un’accoppiata impossibile da superare, Esposito e Sgarbi lo placcano assicurando la vittoria alla propria squadra.

19 a 17 è il risultato finale per Treviso.

festabenetton620x349

(Festa della Benetton Treviso nell’incontro precedente)

Le formazioni scese in campo stasera.

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi ( C ), 11 Angelo Esposito, 10 Sam Christie, 9 Alberto Lucchese, 8 Dean Budd, 7 Marco Lazzaroni, 6 Andrea De Marchi, 5 Tom Palmer, 4 Filo Paulo, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Cherif Traorè

A disposizione: 16 Filippo Filippetto, 17 Matteo Zanusso, 18 Manu Salesi, 19 Jeff Montauriol, 20 Marco Barbini, 21 Robert Barbieri, 22 Chris Smylie, 23 Tommaso Iannone

Head Coach: Marius Goosen

GIOCATORI INDISPONIBILI: Alberto De Marchi, Roberto Santamaria.

 

Newport Gwent Dragons:

15 Carl Meyer, 14 Ashton Hewitt, 13 Adam Hughes, 12 Adam Warren, 11 Hallam Amos, 10 Angus O’Brien, 9 Sarel Pretorius, 8 Nick Crosswell, 7 Nic Cudd, 6 Ben White, 5 Rynard Landman, 4 Cory Hill, 3 Brok Harris, 2 Rhys Thomas ( C ), 1 Boris Stankovich.

A disposizione: 16 Rhys Buckley, 17 Hugh Gustafson, 18 Shaun Knight, 19 Matthew Screech, 20 Lewis Evans, 21 Charlie Davies, 22 Geraint Rhys Jones, 23 Ross Wardle

Head Coach: Kingsley Jones

 

Arbitro: Andrew Brace (IRFU)
Assistenti: Matteo Liperini, Emanuele Tomò (entrambi FIR)
Citing Commissioner: Maurizio Vancini (FIR)
TMO: Carlo Damasco (FIR)

  •   
  •  
  •  
  •