Beach Rugby Padova campione d’Italia, nel femminile vincono le Sabbie Mobili

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
La formazione del Padova Beach campione d'Italia 2016 (fonte @Federugby)

La formazione del Padova Beach campione d’Italia 2016 (fonte @Federugby)

Padova sbaraglia la concorrenza e si laurea campione d’Italia maschile nella disciplina del beach rugby. Il Master Finale di Terracina, il primo mai giocato in Lazio, ha incoronato nel beach rugby Padova campione d’Italia 2016 con i “Padova Beach” nel tabellone maschile, mentre le “Sabbie Mobili” hanno trionfato in quello femminile. Per i patavini, che si confermano leader nella disciplina del rugby da spiaggia, si tratta del secondo successo consecutivo dopo quello ottenuto nel 2015, mentre le romane infilano addirittura il terzo trionfo consecutivo dopo quelli già ottenuti nel 2014 e 2015 confermando l’egemonia capitolina in rosa.

La manifestazione, organizzata dal Terracina Rugby, si è svolta nella Beach Arena «Carlo Guarnieri» nello stabilimento balneare «Rive di Traiano» ed è stata patrocinata dal Comune di Terracina. Nel girone 1 maschile si sono affrontati Crazy Crabs, Sabbie Mobili, Strani Tipi, Fish ‘N Fish e Bari Beach; nel girone 2 Padova Beach, Belli Dentro, Pirati di Nisida, The Monsters, Am.Catania. Nell’unico girone femminile si sono affrontate SabbieMobili, Sabbiette, Spavalde e Les Pamelas.

Padova Beach e Crazy Crabs hanno vinto i rispettivi gironi a punteggio pieno, conquistando la qualificazione diretta alle semifinali dove hanno incrociato le secondo dell’altro raggruppamento che sono state rispettivamente Strani Tipi e Belli Dentro. Nella finale per il nono e decimo classificato Bari Beach ha superato Am.Catania 7-5 nel derby dei Comitati Magna Grecia e Sicilian Cup. La finale per il settimo ed ottavo posto è stata il derby napoletano tra Fish ‘N Fish e Pirati di Nisida con la vittoria dei primi per 7-3. Sabbie Mobili si sono invece imposti 5-1 con The Monsters nella finale per il quinto e sesto classificato. Nella finale per il terzo posto i Strani Tipi hanno battuto 4-3 i Belli Dentro. La finale per il titolo si è confermata la riedizione del 2015 tra Padova Beach e Crazy Crabs con i patavini che hanno chiuso il primo tempo avanti 3-0. La partita è finita 6-2 col Padova Beach laureatosi campione d’Italia per la terza volta nella sua storia dopo le vittorie nel 1999 e 2015. Crazy Crabs sono invece vicecampioni per la quarta volta consecutiva.

Nel femminile il girone di qualificazione ha decretato che la finale 3°-4° fosse giocata tra Spavalde e LesPamelas con la vittoria delle prime 8-0. Per la finale scudetto si sono invece qualificate Sabbie Mobili e Sabbiette e nel derby del Cus Roma Rugby le Sabbie Mobili hanno avuto la meglio di misura per 2-1, laureandosi campionesse per la quinta volta dopo i successi del 2007, 2011, 2012, 2014 e 2015.

All’interno delle pause tra i gironi di qualificazione e la fase finale non sono mancate le gare esibizione di una cinquantina di giovani tra i 10 e i 12 anni di alcuni centri estivi locali. «Siamo soddisfatti di avere portato il Master Finale per la prima volta in Lazio, culla del Beach Rugby con 15 scudetti maschili e 5 femminili – ha dichiarato il presidente L.I.B.R. (Lega Italiana Beach Soccer) Mattia Gomiero – . Complimenti al Terracina Rugby e al suo presidente Giancarlo Golfieri per l’organizzazione del Master Finale coordinata dal consigliere della L.I.B.R. Simone Olleia. Un ringraziamento particolare al Comune di Terracina per il patrocinio dell’evento e al consigliere federale Maria Cristina Tonna presente alla manifestazione».

  •   
  •  
  •  
  •