Rugby Italia Under 20 in Sudafrica, azzurri in partenza per tour a Cape Town

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Una fase dell'Italia Under 20 all'ultimo Sei Nazioni (credit @Federugby)

Una fase dell’Italia Under 20 all’ultimo Sei Nazioni (credit @Federugby)

Un’estate di lavoro e preparazione per gli azzurrini della palla ovale, che da lunedì primo agosto saranno impegnati nel raduno di Roma in vista del tour in Sudafrica che, dal 12 al 20 agosto, vedrà il XV dei selezionatori Carlo Orlandi ed Alessandro Troncon impegnati in un quadrangolare a Cape Town. La spedizione del Rugby Italia Under 20 in Sudafrica è iniziata con la diramazione della lista ufficiale delle convocazioni da parte dello staff azzurro: 26 gli azzurrini che viaggeranno nell’emisfero australe per disputare il quadrangolare con Francia, Galles e Sudafrica Schools.

Al tour prenderà parte anche Stephen Aboud, che proprio dall’1 agosto inizierà il proprio percorso di responsabile della Formazione di alto livello della FIR (Federazione Italia Rugby) lasciando la direzione tecnica della Federazione irlandese. Sarà invece assente per infortunio la coppia di piloni formata da Rimpelli e Riccioni – quest’ultimo capitano della Nazionale Under 20 nella seconda parte del Mondiale di categoria 2016 conclusosi lo scorso giugno – e al loro posto lo staff tecnico ha convocato Luccardi del Colorno e Pomaro del Rovigo. La Selezione Under 20 si radunerà a Roma, presso il Centro Sportivo Giulio Onesti, nel pomeriggio di lunedì 1 agosto e martedì si trasferirà a Cape Town per iniziare la preparazione in loco.

Quattro gli incontri in calendario durante il tour estivo, tutti a Cape Town: domenica 7 gli azzurrini affronteranno il Western Province Institute XV in un match di preparazione e, successivamente, sfideranno Sudafrica Schools venerdì 12 agosto, il Galles martedì 16 ed infine la Francia sabato 20. Il quadrangolare sudafricano sarà anche l’occasione per dare continuità al successo 41-17, ottenuto il 25 giugno, sul Giappone che ha permesso agli azzurrini di confermarsi nel World Rugby Under 20 Championship grazie all’11esimo posto finale che ha garantito la permanenza nell’elite del rugby internazionale. Un successo, quello nella fase mondiale («Abbiamo faticato a raggiungere l’obiettivo della salvezza, ma complessivamente sono soddisfatto dell’evoluzione che la squadra ha mostrato nel corso del Mondiale» aveva detto dopo la vittoria il selezionatore Alessandro Troncon) che ha ridato un po’ di fiducia al gruppo dopo le delusioni nell’ultimo Sei Nazioni che ha visto l’Italia chiudere all’ultimo posto con zero punti e la miseria di 43 punti segnati (il secondo peggior attacco, quello inglese, ne ha realizzati 101), 160 subiti con un saldo di -117 e tre pesanti ko contro Francia (40-3), Inghilterra (42-7), Galles (35-6) meritando per il secondo anno di fila il cucchiaio di legno.

Questi gli atleti convocati dalla coppia Orlandi-Troncon:
Yannick ABANGA (USAP Perpignan)
Giordano BALDINO (Villorba Rugby)
Jacopo BIANCHI (I Medicei)
Michelangelo BIONDELLI (Femi-CZ Rovigo Delta)
Nardo CASOLARI (L’Aquila Rugby)
Massimo CECILIANI (Delebio Rugby)
Massimo CIOFFI (Rugby Benevento)
Simone CORNELLI (ASR Milano)
Giovanni D’ONOFRIO (Rugby Benevento)
Danilo FISCHETTI (UR Capitolina)
Federico GUBANA (Benetton Treviso)
Edoardo IACHIZZI (USAP Perpignan)
Michele LAMARO (Primavera Rugby)
Giovanni LICATA (Miraglia Rugby)
Matteo LUCCARDI (HBS Colorno)
Giovanni LUCCHIN (Femi-CZ Rovigo Delta)
Michele MANCINI-PARRI (I Medicei)
Marco MANFREDI (Lafert San Donà)
Lorenzo MASSELLI (Accademia FIR)
Niccolò MORI (ASR Milano)
Nicola POMARO (Femi-CZ Rovigo Delta)
Antonio RIZZI (Mogliano Rugby)
Dario SCHIABEL (Lafert San Donà)
Ludovico VACCARI (UR Capitolina)
Marco ZANON (Mogliano Rugby)
Giosuè ZILOCCHI (Elephant Rugby)

  •   
  •  
  •  
  •