Pro Recco Rugby, male la prima: contro l’Accademia è 27 a 31

Pubblicato il autore: Matteo Rosagni Segui

Pro Recco Rugby sconfitta alla prima di campionato contro l’Accademia FIR. Secondo coach Galli, c’è il gioco, ma bisogna lavorare sulla testa.

Pro Recco Rugby

Pro Recco Rugby

Dopo 45 risultati utili consecutivi (43 vittorie e 2 pareggi) ottenuti, tra le mura amiche dello “Stadio Carlo Androne” di Via Fieschi, durante ben 4 campionati interi, la Pro Recco Rugby cade contro l’Accademia FIR per 31 a 27. Non certo un risultato tremendo per i biancoazzurri, ma come inizio di campionato si sperava di far meglio. Una Accademia determinata e forte ha avuto la meglio sugli Squali ed anche grazie ai tanti errori commessi dai padroni di casa, ha interrotto loro la striscia di risultati positivi casalinghi, che reggeva dal 2012.
Per la Pro Recco Rugby, nella gara contro l’Accademia FIR, disputatasi Sabato scorso, sono andati a segno Monfrino, Heymans e Noto, mentre Agniel  ha arrotondato il punteggio con 3 trasformazioni, un drop ed un calcio di punizione (4/4 dalla piazzola). Per  l’Accademia sono arrivate 5 mete, di cui 3 marcate dall’ala D’Onofrio e, oltre a lui, sono andati a segno Cannone e Canali e Rizzi ha trasformato 3/5. Lo scarto minimo nel punteggio dà agli Squali almeno il punto di bonus difensivo.

Il coach della Pro Recco Rugby Diego Galli non ha nascosto amarezza per il risultato conseguito dai suoi, ma ha anche dimostrato determinatezza, come si legge sul sito ufficiale dei biancoazzurri proreccorugby.it: “l’imbattibilità con il passare del tempo era diventata una grossa fonte di pressione, quindi in fondo non è un così grande problema averla persa: dopotutto, 45 partite e 4 campionati possono anche bastare! Quel che è importante della partita di oggi è il fatto che non abbiamo fatto abbastanza per vincerla, cosa che avremmo potuto fare senza dubbio. L’Accademia ha giocato bene e sbagliato poco, ma noi, di contro, abbiamo giocato male e sbagliato tanto, creando un grande disordine nelle nostre fasi di gioco, concretizzando poco e concedendo tanto agli avversari, inclusi veri e propri regali. Sicuramente, il problema più che tecnico e tattico è stato mentale, legato all’approccio alla partita, che è stato ben diverso da quello che avevamo preparato in allenamento. Non siamo stati incisivi nelle fasi di gioco in cui avremmo dovuto essere dominanti e abbiamo giocato con una concentrazione troppo altalenante. In un girone impegnativo come il nostro, questa sconfitta ci obbliga a partire subito in salita e di sicuro è un bel bagno di umiltà: l’unica cosa che possiamo fare è trasformarla in qualcosa di positivo da qui in avanti, correggere gli errori e l’attitudine, lavorare tutti insieme per raddrizzare questa strada”.

Al momento dell’ingresso in campo delle due compagini che si sono affrontate, la Pro Reco Rugby e l’Accademia FIR, c’è stata grande emozione per Leonardo Quintieri, classe 1998, che per la prima volta ha giocato al “Carlo Androne” da avversario.

Sabato prossimo, 8 Ottobre, la Pro Recco Rugby affronterà, in trasferta, alle ore 15:30, allo “Stadio Chersoni”, il Prato Sesto, compagine già affrontata lo scorso 18 Settembre durante un’amichevole di preparazione e sconfitta per 5 a 0.

TABELLINO

Tossini Pro Recco Rugby – Accademia I. Francescato 27 – 31 (punti 1-5) (p.t. 17-17)

Marcatori
pt: 16′ meta Monfrino tr Agniel 7-0, 23′ meta D’Onofrio 7-5, 28′ meta Cannone 7-10, 35′ meta Heymans tr Agniel 14-10 38′ drop Agniel 17-10 40′ meta D’Onofrio tr Rizzi 17-17.
St: 4′ cp Agniel (20-17), 14′ meta Noto tr Agniel 27-17, 25′ meta D’Onofrio tr Rizzi 27-24, 35′ meta Canali tr Rizzi 27-31.

RECCO: Gaggero, Panetti, Heymans, Torchia (1′ st D’Agostini), Neri, Agniel, Villagra, Lamanna, Ciotoli, Nese (11′ st Ferrari), Massone (25′ pt Rosa), Monfrino, Corbetta (1′ st Di Valentino), Noto (15′ st Bedocchi), Avignone
Allenatori: Villagra-Galli

ACCADEMIA: Cornelli, D’Onofrio, Vaccari, Mori (13′ st Quintieri), Fontana (24′ st Forcucci), Rizzi, Casilio, Licata, Bianchi, Ghigo (9′ st Mantovani), Wrubl (29′ st Canali), Cannone, Romano (9′ st Mancini), Ceciliani (17′ st Luccardi), Braggié (21′ st Fischetti)
Allenatori: Roselli-Moretti

Arbitro: Penné

Cartellini gialli: 9′ pt Romano (Accademia)

  •   
  •  
  •  
  •