Rugby Guinness Pro 12, il Leinster batte il Munster e vola in classifica

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui
29 March 2014; Brian O'Driscoll, Leinster, on his way to scoring his side's first try. Celtic League 2013/14, Round 18, Leinster v Munster, Aviva Stadium, Lansdowne Road, Dublin. Picture credit: Stephen McCarthy / SPORTSFILE

29 March 2014; Brian O’Driscoll, Leinster, on his way to scoring his side’s first try. Celtic League 2013/14, Round 18, Leinster v Munster, Aviva Stadium, Lansdowne Road, Dublin. Picture credit: Stephen McCarthy / SPORTSFILE

Rugby Guinness Pro 12, il Leinster batte per 25 a 14 il Munster nel primo incontro di oggi, valevole per la sesta giornata. Operato quindi il sorpasso ai danni proprio degli ospiti  che vale il primo posto in classifica a pari merito a quota 22 punti con l’Ulster (reduce dalla sua prima sconfitta a sorpresa contro gli irlandesi del Connacht). Il Leinster inoltre conferma l’ottimo trend nei match casalinghi: negli ultimi otto incontri sono arrivate ben sette affermazioni, mentre il Munster torna a perdere dopo tre vittorie consecutive, l’ultima delle quali contro le Zebre di Parma e scivola al quarto posto. All’ Aviva Stadium i padroni di casa si sono imposti al termine di una partita che possiamo sostanzialmente dividere in due fasi: il primo tempo duro, a tratti spigoloso, che ha visto numerosi capovolgimenti di fronte e si è acceso subito. Nemmeno il tempo di cominciare infatti, e gli irlandesi di casa passano subito in vantaggio: al quinto minuto Sexton trasforma un calcio di punizione per il 3 a 0, appena quattro minuti dopo la mezz’ala replica ancora su punizione per il 6 a 0. Dopo alcuni minuti di sterile dominio nella metà campo avversaria Munster  trova la strada della meta con O’Mahony, Bleyendaal converte la trasformazione per il 7 a 6. I padroni di casa non ci stanno e la loro reazione non si fa attendere: al 34esimo Nacewa segna la meta del controsorpasso, questa volta Sexton non centra i pali e il risultato diventa 11 a 7 con il quale si andrà al riposo. Nella ripresa invece, il match ci mette tempo a decollare, bisogna aspettare il quarto d’ora per vedere una nuova variazione del punteggio. Ci pensa ancora il capitano del Leinster a macinare punti, Nacewa infatti realizza la sua seconda meta di giornata e grazie alla trasformazione di Sexton i padroni di casa scappano sul 18 a 7. La partita in pratica si chiude, il Munster non reagisce più e il Leinster gioca sul velluto: Gibson-Park, subentrato dalla panchina, trova la gloria personale dieci minuti dopo segnando la meta che mette il punto esclamativo sulla vittoria, Nacewa si dimostra preciso anche in trasformazione e il risultato sale sul 25 a 7. Gli ospiti hanno un moto d’orgoglio proprio sul finire del match, il sudafricano Taute, anche lui non inserito nel quindici titolare, segna la meta che serve solo ad accorciare le distanze, Bleyendaal trasforma per il 25 a 14 con il quale finisce l’incontro. Tra meno di un’ora scenderanno in campo le Zebre contro i Glasgow Warriors tra le mura amiche dello stadio XXV Aprile. L’imperativo è vincere per abbandonare l’ultimo posto in classifica e scavalcare l’altra squadra italiana della competizione, Treviso sconfitta ieri in trasferta per 45 a 10 contro gli scozzesi di Edinburgh. Le Zebre inoltre devono ancora recuperare la partita del 17 settembre contro gli irlandesi del Connacht, freschi dell’impresa contro la capolista Ulster. In quell’occasione la squadra di Parma è stata interrotta dalla grandine a fine primo tempo (i bianconeri erano in vantaggio), quando il match verrà recuperato invece si ripartirà da capo. Restate con noi questa stagione di grande rugby è solo all’inizio.     

  •   
  •  
  •  
  •