Rugby, i Diavoli reggiani spaventano la blasonata Rovigo

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

reggioUna sfida che per il Conad Reggio Emilia sembrava inaffrontabile, quella contro i campioni d’Italia del Rovigo, la squadra forse più gloriosa e amata di tutte. 300-400 i tifosi giunti dal Polesine che hanno diviso cromaticamente in due la tribuna della Canalina reggiana: metà rossoblù, metà rossoneri.
Il Conad parte bene con una serie infinita di placcaggi e al 5° passa in vantaggio con un piazzato di Gennari. Rovigo prova a reagire ma non riesce a sfondare. Fino a quando il sudafricano Basson pareggia al 16°con un cp da metà campo ma la partita rimane in equilibrio, grazie anche alla prova in touche di Du Perez e Dell’Acqua. Al 22° Gennari mette a segno il calcio del 6 a 3, mentre Cazenave porta scompiglio nella difesa rodigina. Al 39° ancora Basson centra il 6 a 6 prima di un durissimo placcaggio di Dell’Acqua che lascia a terra Rodriguez, mediano veneto che sarà poi nominato uomo-partita.
Nel secondo tempo i campioni d’Italia alzano il livello del gioco e mettono in crisi Reggio Emilia: al 45° è Parker a trovare la meta. Sembra l’inizio della fuga rossoblù ma quando Rovigo si trova a un passo da una nuova marcatura Enrico Manghi, tallonatore, intercetta il passaggio e percorre 90 metri di splendido contropiede, schiacciando esausto in meta la palla che vale il 13 a 13. Ma Rovigo è più forte: al 59° va in meta Chillon e a un soffio dalla fine è Rodriguez a togliere al Conad il meritato punto di bonus con una meta all’angolino. Risultato finale Reggio Emilia 13 Rovigo 25.

  •   
  •  
  •  
  •