Verso Italia-All Blacks, domani sarà annunciata la formazione azzurra

Pubblicato il autore: antonio lucia Segui

Verso Italia-All Blacks, le parole di De Carli: “Loro non saranno quelli visti contro l’Irlanda”

Verso Italia-All Blacks
VERSO ITALIA-ALL BLACKS: LA SETTIMANA DELLA GRANDE SFIDA

Il conto alla rovescia sta per finire: sabato, alle ore 15, allo stadio “Olimpico” di Roma andrà in scena il fatidico test match tra l’Italia e la Nuova Zelanda. Nessun punto in palio, ma quando si tratta di affrontare i mitici All Blacks, la Nazionale di rugby più forte al mondo, l’attesa è sempre spasmodica e cresce ogni giorno di più all’avvicinarsi della sfida più stimolante di tutte.
Oggi gli All Blacks, provenienti da Chicago, sono sbarcati a Fiumicino, dove si sono radunati presso l’NH Hotel Vittorio: da domani i neozelandesi inizieranno il lavoro sul campo, nell’impianto della Capitolina. Gli azzurri, invece, già oggi hanno cominciato ad allenarsi sotto la pioggia, presso il Centro di preparazione olimpica del Coni.

VERSO ITALIA-ALL BLACKS: DOMANI LA FORMAZIONE AZZURRA

Domani l’ItalRugby sosterrà una doppia seduta sul campo e il commissario tecnico Conor O’Shea dipanerà ogni dubbio sul XV titolare, rendendo pubblica la formazione che affronterà i neozelandesi. Il coach degli avanti, Giampiero De Carli, ha motivato la scelta di comunicare il XV di partenza con così largo anticipo: “Credo che sarà sempre così, o al massimo verrà comunicata di mercoledì, perché Conor non si fa problemi nel gestire poi chi gioca e chi non gioca. Sempre tenendo conto delle condizioni fisiche dei giocatori, l’idea se la fa molto presto. Le prime indicazioni arrivano già dalla partita appena finita. E’ molto sereno nelle scelte. Già da oggi si prova la formazione per sabato, ma è abbastanza normale, accadeva anche prima”.

VERSO ITALIA-ALL BLACKS: LE PAROLE DI DE CARLI

Gli All Blacks sono reduci dalla sorprendente debacle di Chicago, dove sono stati superati dall’Irlanda con il punteggio di 40-29: una sconfitta che ha messo fine alla striscia di diciotto vittorie consecutive da parte dei campioni del mondo in carica. De Carli, però, non crede assolutamente che i neozelandesi possano ripetere gli errori commessi contro gli irlandesi anche nel match di sabato: “Il calendario internazionale è duro per tutti, per noi come per gli All Blacks: ci sono i viaggi, i fusi orari, le attese. Contro l’Irlanda non hanno giocato una partita eccezionale e prenderne 40 per loro è una cosa rarissima. Abbiamo sempre detto che la loro forza sta nell’avere giocatori tutti dello stesso livello: invece li ho visti in difficoltà, seppur in modo relativo, in qualche ruolo. Ma dobbiamo rimanere concentrati esclusivamente su noi stessi, sui nostri obiettivi principali che sono aumentare la profondità della squadra e migliorare la performance dei singoli. Abbiamo lavorato con la formazione che scenderà in campo sabato, abbiamo il miglior gruppo di atleti possibile a disposizione in questo momento: chi è qui è perché lo ha meritato”.

Ad assistere all’allenamento degli azzurri c’era anche Marco Amelia, portiere campione del mondo con l’Italia di Lippi in quel magico 2006: a fine seduta, si è intrattenuto con alcuni componenti dello staff.
Da ricordare che nella giornata di domani lo staff tecnico e alcuni atleti saranno a Rieti per un incontro con i giovani delle scuole di Amatrice e delle altre zone colpite dal terremoto di agosto, allo scopo di pubblicizzare il rugby.

  •   
  •  
  •  
  •