Rugby Guinness pro12, Scarlets piega fuori casa le Zebre 31 a 24

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Parma_stadio_XXV AprileRugby Guinness pro12, nulla da fare per le Zebre: il XV del nord ovest cede in casa allo stadio XXV Aprile di Parma contro i gallesi dello Scarlets Rugby per 24 a 31 e subisce la seconda sconfitta consecutiva nel torneo. Dopo i test match per le nazionali torna il Guinness pro12 (la partita di settimana scorsa fuori casa contro l’Ulster è stata rinviata a causa del campo ghiacciato), i bianconeri nell’ultimo incontro di un mese fa erano stati sconfitti in casa per 10 a 33 dal Leinster. Non arriva la prima vittoria nel PRO12 contro i gallesi che negli otto precedenti avevano ottenuto sette vittorie e un pareggio. Gli uomini di Gianluca Guidi  hanno lottato, in una gara combattuta e con vari capovolgimenti di fronte, sia nella prima che nella seconda frazione. Ma andiamo con ordine a partire dalle scelte obbligate di formazione, con un cambio rispetto alla squadra scesa in campo a Parma nella sconfitta contro il Leinster: Bernabò al posto di Van Schalkwyk , mentre i gallesi devono rinunciare a Price con il nazionale Ball a prendere il suo posto. Il piglio giusto si vede nelle prime battute, i padroni di casa esercitano una grande pressione e al termine di una prolungata azione d’attacco il drop di Canna regala il tre a zero. I gallesi provano a riversarsi nei 22 delle Zebre, ma la difesa dei padroni di casa è sempre attenta e con pazienza sbroglia le situazioni più complicate. Al decimo, dopo un ottimo lavoro in mischia, arriva un’altra punizione trasformata da Canna per il sei a zero. Appena due minuti dopo però arriva la meta ospite grazie a Evans, Patchell converte la trasformazione che vale il sorpasso, 7 a 6. Canna con un bellissimo drop centra ancora ai pali e restituisce il vantaggio ai suoi che adesso conducono 9 a 7. Al 33esimo Aaron Shingler apre e chiude l’azione che lo porta in meta per il 12 a 9, Patchell non sbaglia la trasformazione e regala altri due punti ai gallesi. Il finale di tempo è tutto di marca ospite e arriva la terza meta, questa volta per mano di Van Der Merwe, l’ennesima trasformazione di Patchell vale il 21 a 9 con il quale si va al riposo lungo. I padroni di casa provano a reagire ad inizio ripresa, ma sono ancora i gallesi ad andare a segno con la meta di Thomas che regala anche il punto bonus in classifica, questa volta Patchell non converte e si resta 26 a 9. Poco dopo Evans segna la sua seconda meta personale e Scarlets dilaga sul 31 a 9 (Patchell manca ancora i pali). Al 63esimo arriva la prima meta di giornata delle Zebre con Ruzza che chiude una grande azione di Canna e Padovani, i tifosi di casa tirano un sospiro di sollievo con l’arbitro che convalida solo dopo aver visionato il TMO, arriva anche la trasformazione di Canna per accorciare sul 16 a 31. A dieci minuti dalla fine Venditti regala la seconda meta ai suoi che accorciano sul 21 a 31, perché questa volta non arriva la conversione. Gran finale dei padroni di casa che vanno vicini alla meta e si devono accontentare della punizione a tempo scaduto, realizzata da Canna che fissa il risultato finale sul 24 a 31. Tra una settimana, ancora in casa, c’è lo Stade Toulousain, le Zebre devono ripartire dall’ottimo finale di oggi.

  •   
  •  
  •  
  •