Rugby Sei Nazioni, Italia prepara la sfida contro il Galles di domenica 5 febbraio

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Rugby, Italia pronta alla sfida contro il Galles

Rugby Sei Nazioni 2017. Manca davvero poco alla sfida tra ItaliaGalles prevista per domenica 5 febbraio presso lo Stadio Olimpico con il c.t. Conor O’Shea che ha già vagliato le sue scelte prima di poter iniziare il raduno.
Oggi, lunedì 30 gennaio gli azzurri si incontreranno in quel di Roma per iniziare a preparare al meglio la delicatissima partita contro i fortissimi britannici. Un match, come del resto tutti gli altri del Sei Nazioni, che ha un suo fascino e, soprattutto, una notevole importanza per il rugby italiano che sta provando passo dopo passo ad emergere del tutto, mostrando miglioramenti ad ogni partita disputata anche se manca ancora qualcosa per poter essere continui nei risultati e nelle prestazioni.
La bella notizia per O’Shea e tutti gli amanti del rugby è sicuramente il ritorno tra i convocati di Simone Favaro anche se sono ancora da valutare al meglio le condizioni della sua spalla che lo hanno costretto al forfait nel ritiro tenutosi la scorsa settimana per poter continuare il trattamento riabilitativo che sta portando avanti assieme al suo club, i Glasgow Warriors, da circa 3 settimane. Lo staff azzurro vuole valutare per bene le condizioni fisiche del giocatore anche per giustificare un viaggio gravoso da Glasgow a Roma e viceversa in soli pochi giorni.

Rugby Sei Nazioni: Rugby, Italia oltre a Favaro da valutare ci sono altri 30 convocati

I giocatori a disposizione del c.t. Conor O’Shea da ieri sera a Roma, sono dunque 31 vista ancora l’assenza pesante della terza linea Matteo Barbini, fermo tutt’ora ai box per infortunio.
Tutti gli altri sono, invece, arrivati secondo gli accordi pattuiti, visto che tutti tutti i giocatori che militano nei campionati francese e inglese hanno già completato i loro impegni e raggiunto il ritiro dell’Acquacetosa per tempo. Nel Top 14 francese hanno giocato tutti e tre titolari Sergio Parisse, Lorenzo Cittadini e Leonardo Ghiraldini con il capitano azzurro e il pilone che sono stati impiegati per 80 minuti dallo Stade Francais e dal Bayonne, mentre il tallonatore ha lasciato il campo dopo 52 minuti della sfida persa in casa contro il Pau.
Con la Premiership ferma, i club inglesi hanno invece mandato in scena la Coppa anglo-gallese, dove a brillare è stata la stella di Michele Campagnaro: dopo le 3 mete in 2 partite in Champions Cup, il centro azzurro ha addirittura segnato una tripletta a compimento della bella vittoria sugli Wasps.
La bella notizia, tuttavia, l’ha portata Michele Rizzo, assente da oltre un anno a causa della rottura ai legamenti del ginocchio rimediato contro l’Irlanda nel 2015 in Coppa del Mondo. Il pilone azzurro è stato così schierato titolare dai Leicester Tiger nella partita vinta contro il Northampton Saints.
Ottimo minutaggio per Rizzo, rimasto in campo per ben 70 minuti e sostituito dall’altro pilone sempre azzurro Riccardo Brugnara.In occasione delle partita Leicester Tigers-Northampton Saints va registrata, inoltre, l’immancabile foto ricordo tra lo stesso Rizzo e Matthew Tait che al termine del match ha potuto festeggiare la sua centesima presenza con la maglia dei Tigers.

  •   
  •  
  •  
  •