Rugby Italia-Galles: 7-33. Ottimo primo tempo poi l’Italia crolla.

Pubblicato il autore: Lorenzo Iuso Segui

Rugby Italia-Galles


Rugby Italia-Galles: 7-33.  
L’Italia chiamata all’esordio contro il Galles in casa fornisce una prestazione a chiaroscuro. Dopo un primo tempo con un’ottima difesa e pressione e con una manovra offensiva discreta riesce a chiudere la frazione sul 7-3. Nel secondo tempo, viene fuori la superiorità gallese favorita da troppi falli inutili in difesa ed errori individuali. La partita finisce sul 7-33. Italia rimandata. Troppi errori individuali seppur un diverso approccio rispetto al passato in difesa. O’Shea avrà ancora da lavorare per migliorare questa nazionale.

Rugby Italia-Galles. La partita.
Le condizioni del meteo (pioggia e vento) favoriscono gli azzurri che riescono a portare pressione e abbassare il ritmo dei gallesi in avvio di partita. Nonostante alcuni tentativi nella metà campo azzurra, il Galles non riesce a marcare punti. L’Italia ordinata e pressante (anche se troppo fallosa) riesce al 30′ a marcare una meta con Gori dopo diverse azioni offensive nei 22 avversari. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, Halpenny va a segno con un calcio di punizione chiudendo la prima fase di gioco sul 7-3. Nel secondo tempo, il Galles parte molto forte riuscendo a mettere pressione sulla difesa italiana. Ottiene due calci di punizione, da posizioni favorevoli, nei primi 10 minuti sopratutto per i falli a volte un po troppo generosi concessi dall’Italia. Al 60′, l’Italia dopo falli reiterati in mischia, viene penalizzata con un cartellino giallo a Lovotti. Il Galles in poco meno di 1 minuto riesce a convertire questa occasione con una meta di J.Davies. Al 67′, il Galles prende il largo segnando un’altra meta con North e riuscendo a portare la partita con un vantaggio di sicurezza (26-7). Negli ultimi 10 minuti, l’Italia prova in modo disordinato a marcare qualche punto senza riuscirci. Anzi, è proprio il Galles che chiude con un’altra meta di North sullo scadere.

Rugby Italia-Galles, tabellino e formazioni 

Italia: 15 Edoardo PADOVANI – 14 Giulio BISEGNI – 13 Tommaso BENVENUTI – 12 Luke MCLEAN – 11 Giovanbattista VENDITTI – 10 Carlo CANNA – 9 Edoardo GORI – 8 Sergio PARISSE (C)- 7 Maxime Mata MBANDA’ – 6 Abraham STEYN – 5 George BIAGI – 4 Marco FUSER – 3 Lorenzo CITTADINI – 2 Ornel GEGA – 1 Andrea LOVOTTI 

Galles:  15 Leigh HALFPENNY – 14 George NORTH – 13 Jonathan DAVIES – 12 Scott WILLIAMS – 11 Liam WILLIAMS – 10 Dan BIGGAR – 9 Rhys WEBB – 8 Ross MORIARTY – 7 Justin TIPURIC – 6 Sam WARBURTON – 5 Alun WYN JONES (c)- 4 Jake BALL – 3 Samson LEE – 2 Ken OWENS – 1 Nicky SMITH

Marcatori PT: Gori (meta 29′), Canna (trasformazione 30′), Halfpenny (punizione 36′)
Marcatori ST: Halpenny (punizione 46′), Halfpenny (punizione 52′), Halfpenny (punizione 54′) J.Davies (meta 61′), Halfpenny (trasformazione 62′), North (meta 67′), Halfpenny (trasformazione 68′), North (meta 78′), Halfpenny (trasformazione 79′) .

Rugby Sei Nazioni 2017. La classifica.
La prossima l’Italia sarà sempre impegnata in casa contro l’Irlanda sabato 11 febbraio all’Olimpico . Ci si attende un miglioramento netto dalla prestazione contro il Galles. Più disciplina nei punti di incontro e maggior incisività in fase offensiva. Questa la classifica Classifica Sei Nazioni 2017 dopo la 1^giornata: Galles 4 punti; Scozia 4 punti; Inghilterra 4 punti; Irlanda 1 punto; Francia 1 punto; Italia 0 punti.
Queste le novità introdotte nel bonus classifica del Sei Nazioni:  5 punti (vittoria con almeno 4 mete), 4 punti (vittoria con meno di 4 mete), 2 punti (pareggio), 1 punti (sconfitta con meno di 8 punti),0 punti (sconfitta con almeno 8 punti)
Per seguire tutti gli aggiornamenti, tutte le news e calendario del Sei Nazioni clicca questo link

  •   
  •  
  •  
  •