Sei Nazioni, Italia ok nelle prossime edizioni: no alla Georgia

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Sei Nazioni, Italia
Sei Nazioni. Buone notizie per l’Italia del Rugby direttamente dalle parole,rilasciate sul sito dell’emittente britannica Sky Sport, dallo chief executive del Sei Nazioni John Feehan, che ha chiuso ogni discussione sulla possibile esclusione, paventata dal tabloid inglese Daily Star, della nostra nazionale dal torneo di rugby più prestigioso d’Europa con il conseguente ingresso della Georgia: “Non c’è nessun posto vacante, in questo momento siamo perfettamente felici di avere nel nostro torneo le squadre attualmente più forti d’Europa.”
Feehan porge anche una mano in sostegno della Nazionale Italiana, bistrattata nell’ultimo periodo dopo i deludenti risultati nelle prime due giornate del Sei Nazioni: “Bisognerà aspettare un bel po’ di tempo per vedere come andranno le cose, almeno dai dieci ai quindici anni.”

Nessuna possibilità di esclusione, quindi, dalle future edizioni del Sei Nazioni per l’Italrugby che dunque manterrà il proprio posto nel torneo. Alla Georgia, compagine comunque in continua ascesa,  non basterà aver sorpassato la nostra nazionale nel World Ranking. Potrebbe trattarsi tuttavia solo di uno stop temporaneo alla possibile esclusione dei nostri. Il problema, infatti, potrebbe ripresentarsi di nuovo in un futuro nemmeno troppo lontano. A quanto pare, infatti, l’ex primo ministro georgiano Bidzina Ivanishvili è pronto a stanziare una cifra vicina ai dieci milioni di euro annui per il rafforzamento della nazionale di rugby georgiana. A questo punto l’Italia dovrà assolutamente cercare la risalita e soprattutto una crescita che gli permetterà di rimanere nell’elite del rugby europeo ancora per molto tempo. E dovrà farlo già in questa edizione del Sei Nazioni.

Sei Nazioni, Italia chiamata a reagire già in questa edizione: ecco il calendario degli azzurri

Il Sei Nazioni della nostra nazionale non è partito nel migliore dei modi. La prima sfida contro il Galles, lo scorso 5 febbraio, è terminata 7-33. Risultato deludente anche  nella seconda giornata contro l’Irlanda, che si è imposta allo stadio Olimpico con un perentorio 10-63. Ora la nazionale allenata da O’Shea è attesa dalla gara più difficile del Sei Nazioni. Domenica prossima, infatti, se la vedrà con i campioni in carica dell’Inghilterra nello storico stadio Twickenham di Londra. L’undici marzo all’Olimpico arriveranno a far visita i cugini francesi, nell’incontro valevole per la quarta giornata. Il cammino azzurro si concluderà il diciotto marzo contro la Scozia, al Murrayfield Stadium di Edinburgo. Proprio quest’ultima sembra essere la gara, tra virgolette, più abbordabile per l’Italrugby.
Ripartire subito con delle buone prestazioni per un futuro sempre più ambizioso: questo è l’obiettivo della Nazionale Italiana. Di seguito vi proponiamo il calendario completo delle prossime tre giornate del Sei Nazioni 2017 e la classifica attuale della competizione.

Terza giornata (Sabato 25 febbraio-Domenica 26 febbraio)
Scozia-Galles sabato 25 febbraio ore 14,25
Irlanda-Francia sabato 25 febbraio ore 16,50
Inghilterra-Italia domenica 26 febbraio ore 15

Quarta giornata (venerdì 10 marzo-sabato 11 marzo)
Galles-Irlanda venerdì 10 marzo ore 20
Italia-Francia sabato 11 marzo ore 14,25
Inghilterra-Scozia sabato 11 marzo ore 16

Quinta giornata (sabato 18 marzo)
Scozia-Italia ore 12,30
Francia-Galles ore 15,45
Irlanda-Inghilterra ore 17

Classifica Sei Nazioni 2017 dopo due giornate:
Inghilterra 8 punti totali, Irlanda 6 punti totali (2 punti bonus), Galles 5 punti totali (1 punto bonus), Francia 5 punti totali (1 punto bonus), Scozia 5 punti totali (1 punto bonus), Italia 0 punti totali

  •   
  •  
  •  
  •