Rugby Guinness Pro12, che impresa Treviso! Battuti gli Ospreys 13 a 5

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Rugby Guinness Pro12, che vittoria per Treviso! I Leoni sconfiggono in casa gli Ospreys per 13 a 5, centrando una vittoria di prestigio, che li fa risalire in classifica, ma soprattutto è una grande scarica di energia e di morale per il finale di stagione. Allo stadio comunale di Monigo i padroni di casa si impongono meritatamente al termine di un match condotto praticamente dall’inizio alla fine e gestito alla grande soprattutto nel finale, quando i gallesi hanno provato inutilmente a risalire la china. Si chiude quindi con una grande e piacevole sorpresa questo diciottesimo turno del Guinness Pro12. Gli Ospreys reduci da due vittorie consecutive e prospettati allo scontro diretto contro la capolista Leinster l’8 aprile, dopo un altro importantissimo match contro lo Stade Francais valido per i quarti di finale di Challenge Cup domenica prossima, inciampano contro i veneti, che restano sì penultimi, ma salgono a sei punti di vantaggio sulle Zebre, oggi sconfitte in casa da Munster.

Senza il tecnico Crowley in panchina, assente per motivi familiari, la Benetton presenta in mediana Tebaldi e Mckinley, una seconda linea con Gerosa e Budd, e anche l’importante rientro di Ferrari. Tra gli ospiti tre cambi tutti nel pacchetto di mischia con James, Ashley e Baker per Smith, Ardron e Underhill. L’inizio è tutto di marca biancoverde, con i padroni di casa che spingono e al settimo possono già marcare punti, ma la punizione di Tebaldi non centra i pali. Dopo una fase di controllo con l’ovale che staziona costantemente nella metà campo avversaria, i padroni di casa trovano la strada per i punti. Al 18esimo è Sgarbi ad andare in meta, questa volta Tebaldi dalla piazzola non sbaglia ed è 7 a 0 Treviso. La reazione degli Ospreys viene assorbita con ordine dalla difesa dei padroni di casa che capitolano all’ultimo assalto della prima frazione: Evans pesca Giles sulla destra che va a schiacciare in meta, ma Davies non converte la trasformazione e il primo tempo si chiude sul 7 a 5 Treviso. Nella ripresa le sostituzioni da ambo i lati portano gli effetti sperati solo per i padroni di casa, che gestiscono l’ovale nella metà campo avversaria e vanno vicini alla meta. I punti arrivano ancora con le punizioni, prima Tebaldi al 58esimo trova i pali, poi c’è spazio per l’ingresso in campo di Davide Giazzon che festeggia le 50 presenze in maglia biancoverde. I dieci minuti che seguono sono quelli più impegnativi per i padroni di casa, con gli Ospreys che si riversano nei 22 di Treviso, ma senza impensierirli più di tanto e allora al 70esimo arriva il punto esclamativo: da quasi metà campo i padroni di casa decidono di andare per i pali e il piede di Mckinley disegna una parabola perfetta, è 13 a 5! C’è tempo ancora per un paio di offensive ospiti, che non vanno oltre la metà campo, all’ottantesimo può partire la festa per i padroni di casa che centrano la terza vittoria del torneo dopo quelle con i Newport Dragons e le Zebre. Tra due domeniche in Galles contro gli Scarlets, Treviso vuole continuare a stupire.

  •   
  •  
  •  
  •